venerdì, luglio 25, 2008

Strani incendi a Ginestra fiorentina

Firenze, 24 luglio - (Adnkronos) - Materassi che bruciano dall'interno, tappeti che prendono fuoco senza nessuna traccia di materiale infiammabile. Sono senza apparente spiegazione gli incendi che da alcuni giorni divampano in un'abitazione di via Chiantigiana a Ginestra Fiorentina, una frazione di Lastra a Signa (Firenze). Episodi che rimandano ad analoghi roghi avvenuti nel gennaio del 2004 in Sicilia, a Canneto, tra Messina e Palermo, quando improvvisamente scoppiarono incendi inspiegabili.[1]

Gli episodi sono iniziati il 10 luglio, e si sono ripetuti il 13, il 17 luglio e ieri sera. Sul posto, chiamati dal proprietario, sono intervenuti i carabinieri della Compagnia di Signa. Il 10 e il 13 erano andati a fuoco uno strofinaccio, poi una sedia in legno sulla quale erano poggiati degli indumenti, un grembiule per bambini e, nel sottoscala, alcuni giocattoli.

Il 17 luglio hanno preso fuoco, alla presenza dei carabinieri e dei vigili del fuoco, un cuscino e un materasso; sono state rinvenute bruciature di lato a un divano, ma senza traccia di materiale infiammabile. Ieri sera il proprietario dell'abitazione ha chiamato nuovamente carabinieri e vigili del fuoco, che hanno spento l'incendio che aveva riguardato un tappeto persiano posto in camera da letto e uno straccio da cucina che si trovava in uno sgabuzzino della casa.

Fonte: Adnkronos


[1] Secondo gli esperti coordinati da Francesco Mantegna Venerando, il coordinatore regionale del comitato della Protezione civile siciliana, Canneto di Caronia è stata colpita da fenomeni elettromagnetici di origine artificiale, capaci di generare una grande potenza concentrata. Fasci di microonde a 'ultra high frequency' compresi nella banda tra 300 megahertz e alcuni gigahertz. Per produrre una simile quantità di energia una macchina dovrebbe raggiungere una potenza tra i 12 e i 15 gigawatt.

Si ringrazia il gentilissimo Davy per la segnalazione.

TANKER ENEMY TV: i filmati del Comitato Nazionale

Trattato di Lisbona: firma per chiedere il referendum
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...