lunedì, gennaio 18, 2010

E' confermato: il terremoto nello stato di Haiti è di origine artificiale

Osservate la risonanza H.A.A.R.P. (evidenziata in fuchsia) nei giorni precedenti, durante il sisma (12 gennaio 2010) e dopo il terremoto (artificiale) nello stato di Haiti. Abbiamo unito i sei grafici significativi (dal 9 al 14 gennaio 2010), così da rendere meglio l'idea di che cos'è H.A.A.R.P. e quanto sia reale il suo potere distruttivo. Consigliamo di salvare questo filmato, così da mostrarlo, di volta in volta, allo scettico di turno.

Articoli correlati:

H.A.A.R.P.: l'arma più distruttiva che sia mai stata inventata
H.A.A.R.P.: finalmente una verità (articolo di Mauro Paoletti)





Attacco all'informazione CLICCA QUI

CHEMTRAILS DATA

Range finder: come si sono svolti i fatti

26 commenti:

  1. sarò di coccio (e sarà che non riesco a sentire l'audio), ma non capisco: da cosa si capisce che il terremoto è artificiale?
    si potrebbe vedere il confronto con i rilevamenti ottenuti da uno non artificiale?
    così, per capirsi meglio...

    saluti,


    elisa

    RispondiElimina
  2. Ma quali prove servono ancora perchè la massa si svegli e la smetta di dare retta alle cagate di Superquark o la gaia(!) scienza?

    RispondiElimina
  3. E' quello che dico io. Già arrivano i fake users sul canale video a dire che è tutto un falso.

    RispondiElimina
  4. Straker sono pienamente in accordo con quanto asserisci: il terremoto di Haiti è di origine artificiale, come del resto alcuni altri di una certa entità accaduti in questi ultimi anni. Quelli in Cina, disastroso, ed in Iran, rappresentano obiettivi economico-politici degli USA, quello al largo dell'Oceano Indiano, prove tecniche di strage. Se posso fare un appunto, non necessariamento l'installazione tra i ghiacci di Alaska, con le sue emissioni di micro-onde, sia l'artefice di tali cataclismi, forse vi è un ordigno altrove, con caratteristiche diverse, in grado di produrre effetti di distruzione geologica.

    RispondiElimina
  5. Tutto è possibile, ma come dice lo stesso Generale Fabio Mini, "H.A.A.R.P. è l'arma tettonica del futuro che va a sostituirsi agli ordigni nucleari".

    RispondiElimina
  6. Mi aggrego ad elisa.
    Non capisco dove ci sia la correlazione.
    Grazie

    RispondiElimina
  7. Mi dispiace, ma se non ci arrivate è una vostra GRAVE limitazione ed io non posso far altro che rassegnarmi a tale disarmante evidenza.

    RispondiElimina
  8. Claudio Martin (Abilene Net Solutions S.r.l.).

    RispondiElimina
  9. Caro Straker,
    adesso serve solo un magnetometro che ci mostra che cosa sta succedendo qui in Italia (centro). Stiamo nelle stesse condizioni come prima del terremoto ad Aquila - ti ricordi che quella domenica mattina la gente sveniva a Roma!

    A proposito Haiti: Abbiamo letto Venerdì sera nel web che si vedevano anche "nuvole verdi" prima. Purtroppo non siamo riusciti a trovare un video che mostrasse un fenomeno simile a quello della Cina.

    Vogliamo segnalare questo video che spiega bene come H.A.A.R.P. può provocare terremoti (anche se è in inglese). In pratica giocano a carambola, indirizzando le onde ELF (Haarp) tramite il bordo (chemtrails) all'obiettivo.
    http://www.youtube.com/watch?v=BR6O3kJTqaI&feature=player_embedded

    RispondiElimina
  10. H.A.A.R.P. Il diavolo non dorme mai.......

    Sveglia, sveglia, sveglia.......

    RispondiElimina
  11. E' corretto. Tra l'altro abbiamo il documentario originale, dal titolo: "That's impossible: weather warfare" ed è tutto spiegato benissimo. Ovviamente c'è chi finge di non capire, ma svolge solo il suo lavoro. E' tutto sin troppo chiaro.

    RispondiElimina
  12. @Aran Banjo.....non si può non capire che è tutto un teatrino ben diretto!! Documentati sui nostri blog, e forse spero capirai che stanno giocando con tutti noi!

    @Puntozero: sarebbe interessante monitorare la situazione anche qui in Italia, sicuramente in tutto questo c'è qualcosa di artefatto!

    Molto probabilmente la natura stuzzicata si sta rivalendo su di noi!! Se non smettiamo di manipolare e cercare di controllare tutto saremo presto spazzati via!!

    RispondiElimina
  13. i grafici postati riguardano "le variazioni temporali del campo geomagnetico nelle frequenze ULF..." (come detto nella didascalia del sito haarp)
    Già in passato, e per terremoti avvenuti quando Haarp era ancora da costruire, come quello di Loma Prieta in California nel 1989, si era scoperta una correlazione tra queste variazioni e i terremoti (http://it.wikipedia.org/wiki/Ultra_low_frequency)
    credo dunque che di per sè i grafici in questione non ci dicono se le variazioni del campo geomagnetico sono state causate da Haarp.
    Per scoprirlo bisognerebbe trovare i grafici relativi al consumo di energia di Haarp nelle ore precedenti il/i terremoto/i (o delle emissioni delle sue antenne), e qui ci vorrebbe qualcuno che si intende di queste cose e che sia in grado di scoprire questi grafici tra le pagine del sito di Haarp. http://www.haarp.alaska.edu/haarp/data.html

    giu42su

    RispondiElimina
  14. Le dichiarate applicazioni di H.A.A.R.P. rendono una tecnologia brevettata panacea per tutti gli stratega militari. Con H.A.AR.P. è, infatti, possibile:

    - Mettere a tappeto tutte le comunicazioni nel mondo, ma mantenere attivi i mezzi di comunicazione di coloro che controllano HAARP.

    - Istituire un E.L.F. (Extremely Low Frequency communications), gruppo di comunicazioni su un canale a bassissima frequenza per le lunghe distanze e per le applicazioni sotto acqua.

    - Attivare a distanza un gran numero di esplosioni elettromagnetiche, non-nucleari, indirizzate verso un target. (Armamenti EMP)

    - Modificare anche su zone lontane le condizioni climatiche e gli agenti atmosferici in modo tale da facilitare le operazioni militari.

    - Gestire aerei a distanza, governati e potenziati dai trasmettitori H.A.A.R.P. Un test del genere è stato fatto già ai tempi della APTI che mantenne il controllo di un velivolo di sorveglianza per 10,000 ore ad un’altitudine di 80,000 piedi .

    - Identificare oggetti che si muovono nell’aria e determinare quali sono armati e quali sono innocui o benigni.

    - Controllare i radar sotterranei per identificare strutture sotterranee e la loro resistenza alle armi utilizzando l’esame tomografico che penetra la crosta terrestre. Da un qualunque punto del pianeta è possibile, se le antenne sono propriamente sintonizzate e indirizzate, far rimbalzare onde sull’atmosfera e dirigerle a distanza verso un altro punto della Terra.

    - Identificazione di armi nucleari a distanza.

    Tratto da: Gli Angeli non suonano questa ARPA (HAARP)
    Titolo originale: "Angels don’t play this Haarp"


    Ok, mi avete convinto. H.A.A.R.P. è un gingillo innocuo.

    RispondiElimina
  15. @Straker: In questo video HAITI EarthQuake H.A.A.R.P. 2010 si accenna all'interno di una intervista del Dicembre 2009 della possibilità di un secondo 9/11...

    @Capitan Harlock:
    "Progetto Rete Sismica Sperimentale Amatoriale" con una mappa dinamica (finora 4 stazioni in Italia) - Come partecipare, costruire un sismografo e agganciarsi alla rete (oltre al sismografo è indispensabile un PC, possibilmente dedicato, con collegamento internet ADSL 24/24).
    http://www.sismogrammi.com/

    Segnalazioni terremoti in Italia da utenti http://www.earthquake.it/blog/2009/segnala-terremoto-gennaio-febbraio-2010/

    @Aran Banjo: Elisa non ha detto che "Non capisco dove ci sia la correlazione", ma voleva ulteriori chiarimenti per capire meglio.

    RispondiElimina
  16. Ciao! Ho visitato la pagina della risonanza H.A.A.R.P., ho inserito varie date corrispondenti a:
    terremoto del L'Aquila, maremoto del 26-12-2006, terremoto di Pechino, ecc., ogni volta il segnale tende al fucsia, qualche giorno prima degli eventi. Come possiamo essere sicuri che sia stato HAARP a provocare questi cataclismi? Non può essere che questo magnetometro registri anche le microonde dei sismi naturali? Che differenza c'è fra le onde di HAARP e le onde sismiche? Chi mi sa dare qualche informazione?

    RispondiElimina
  17. Ciao Giuditta, questa è una riflessione che viene posta frequentemente.

    Posso solo osservare che se un sisma fosse (e fosse stato) prevedibile in base alla risonanza H.A.A.R.P. dei grafici in questione, allora tutti i terremoti sarebbero (e sarebbero stati) prevedibili. Non mi risulta che gli scienziati abbiano mai dichiarato la prevedibilità dei fenomeni sismici in base alle potenzialità messe a disposizione da H.A.A.R.P. Essi infatti continuano ad affermare che i terremoti non sono prevedibili, poiché le microscosse sono continue nel tempo e non si può comprendere quando uno sciame sismico prelude ad una scossa eccezionalmente violenta.

    Bisognerà quindi valutare il fenomeno dal lato giusto, ovverosia: "H.A.A.R.P. è coinvolto nella gran parte dei fenomeni sismici recenti? E se si in quale misura?".

    RispondiElimina
  18. Nessuno dichiarerà mai ufficialmente che il terremoto di Haiti è di origine artificiale come del resto tale fu quello dell'Aquila. L'accusa di artificialità è per forza di cose basata su indizi, su deduzioni.
    Al riguardo non nutro personalmente il minimo dubbio ma ovviamente chiunque può esprimere legittimamente eventuali perplessità.

    A rafforzare tuttavia l'ipotesi dolosa, possiamo notare che negli ultimi anni Haiti è stata fatta bersaglio da uragani devastanti e che il terremoto appena successo si presenta un pò come la ciliegina sulla torta.

    Tutti ricorderanno che l'isola caraibica è il paradiso della Magia Nera e del voodoo nonchè degli zombies. Non escluderei dunque un collegamento fra i potenti maghi appartenenti alla setta degli Illuminati e gli stregoni indigeni che operano ad Haiti.

    La colossale ecatombe rappresenta un sacrificio umano di inaudita estensione adatto a potenziare e a dinamizzare le entità che agiscono nell'ombra.

    Per comprendere gli avvenimenti che ci circondano o quanto meno per tentare di farlo, è doveroso sbirciare oltre il velo delle apparenze e capire che i fenomeni fisici sono l'ultimo anello di una catena che parte dalle regioni dell'Invisibile.

    RispondiElimina
  19. Ottimo articolo, vi suggerisco l’analisi comparata dei dati dei magnetometri presenti nelle differenti stazioni di rilevazione presso GAKONA all’indirizzo

    http://137.229.36.30/cgi-bin/magnetometer/magchain.cgi

    dall’analisi si può agevolmente dedurre l’operatività di HARRP su differenti distanze e l’effetto amplificazione

    Saluti

    RispondiElimina
  20. Ecco il grafico comparato delel diffeenti stazioni

    RispondiElimina
  21. scusami Straker se insisto... avevo postato un altro commento a proposito ma non è apparso... devo aver sbagliato a premere qualche tasto...
    io credo che benchè interessanti i grafici finora pubblicati NON dimostrano con certezza che Haarp è la causa delle variazioni geomagnetiche: semplicemente ci dicono che CI SONO queste improvvise variazioni nelle ore precedenti il terremoto. Se vogliamo trovare la prova della "colpevolezza" di Haarp dobbiamo cercare altri tipi di grafico, come quello mostrato da Wilcock (qui: http://137.229.36.30/cgi-bin/magnetometer/magchain.cgi)
    relativo ad una struttura tipo Haarp, presente in territorio russo e col quale lo studioso vuole dimostrare che la spirale di Norvegia del dicembre scorso è stata prodotta artificialmente da EISCAT
    Caro Straker, nessno qui pensa che Haarp sia un innocuo gingillo

    @Puntozero
    potresti approfondire questa storia delle persone che svenivano a Roma?

    un saluto
    giu42su

    RispondiElimina
  22. @myheart: I giorni precedenti al terremoto dell' Aquila il 6 Aprile, ma specialmente la domenica mattina, il 5 Aprile molte persone allergiche d'elettricità avevano forti malesseri fisici fino allo svenimento. Noi stessi siamo andati fino al mare per trovare sollievo - ma senza alcun risultato.
    P.S.: Il link è identico a quello di Frank - sempre www.haarp.alaska.edu ...?

    RispondiElimina
  23. scusate:
    il link per l'articolo di Wilcock con il grafico di EISCAT è questo:
    http://www.altrogiornale.org/news.php?extend.5682

    Qui invece è la pagina di Haarp con il prospetto di varie misurazioni:
    http://www.haarp.alaska.edu/haarp/data.html

    giu42su

    RispondiElimina

ATTENZIONE! I commenti sono sottoposti a moderazione prima della loro eventuale pubblicazione.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...