mercoledì, maggio 01, 2013

Attentato davanti a Palazzo Chigi: un false flag all'italiana

Nell’era dell’inganno universale, dire la verità è un atto rivoluzionario. (G. Orwell)



E' la tarda mattinata del 28 aprile 2013: le televisioni nazionali stanno trasmettendo la diretta del giuramento per opera dei ministri del nuovo governo del Presidente. E’ un governo nato secondo il Diktat di organismi sovranazionali che controllano questo paese, ormai da tempo esautorato di qualsivoglia potere da Stato sovrano. Questo 25 aprile rappresenta, per coloro che hanno deciso l'ennesimo golpe, un punto di svolta decisivo che, però, necessita di un'ulteriore legittimazione agli occhi dei cittadini e soprattutto esige un nuovo casus belli, al fine di restringere ulteriormente le libertà dei singoli, con l’introduzione di nuove norme coercitive atte a vietare assembramenti e manifestazioni in luoghi “sensibili”. E' il giorno migliore per un "attentato in diretta televisiva", per cui qualcuno, negli apparati, decide di architettare e mettere in atto una scena da Far West, con tanto di vittime sacrificali in divisa, mentre l'attentatore deve risultare un cittadino esasperato, perché disoccupato e bramoso di eliminare fisicamente qualche politico. Così, mentre i principali networks mostrano le immagini in diretta dell'insediamento del nuovo esecutivo, emuli della cinematografia false flag statunitense, ecco che il collegamento con la Sala di Montecitorio viene interrotto per dare immediatamente spazio ad una... "diretta" della sparatoria in corso proprio dinnanzi al Palazzo.

Sono le 11:40 e RAI News 24 trasmette le confuse e traballanti immagini di un attentatore sconosciuto che apre il fuoco contro i Carabinieri di servizio in Piazza Colonna, a Roma. Per la verità si comprende ben poco di quanto sta avvenendo, poiché l'operatore, nonostante la sua supposta professionalità, porta la sua telecamera da un obiettivo all'altro, zooma avanti ed indietro, punta in alto, punta a terra... Insomma, si tratta delle peggiori riprese eseguite da un cameraman RAI in tutta la storia della televisione di Stato. Questo elemento subito suscita dei dubbi su quanto sta accadendo in quegli istanti e le perplessità aumentano nel momento in cui si menzionano tre feriti: due Carabinieri ed una donna incinta. Dei due militari – si riferisce – uno è gravemente ferito al collo, mentre l'altro ad una gamba. L'attentatore sembra aver esploso ben 7 colpi dalla sua Beretta calibro 7,65, senza che i militari abbiano risposto al fuoco con uno solo proiettile! Davvero strano...

Le stranezze, però, aumentano, giacché dei due feriti meno gravi non si vede alcuna traccia sulla scena, mentre lo sconosciuto è già a terra, ai piedi del blindato dei Carabinieri, oltre le barriere di protezione.

L'inviata di RAI News 24, con tono da attrice poco convincente, descrive al direttore del TG, una scena "terrificante" che non corrisponde assolutamente a quanto evidenziano le poche riprese trasmesse nella... diretta. Le sequenze mostrano un uomo in pantaloni corti e maglietta intento a far cenno a tre militari di spostarsi un po' più a destra (è il regista?), mentre, tra le urla ed il fuggi fuggi generale dei pochi turisti presenti, alcuni fotoreporters (uno con camera a spalla, altri due con macchina fotografica tradizionale, ma delle loro riprese non si trova neanche un fotogramma) con estrema tranquillità si avvicinano a pochissimi metri dalla scena del crimine ed eseguono le loro riprese, ben eretti e stabili, come se tutto quel trambusto intorno non li riguardasse. Questo atteggiamento è in netto contrasto con quello manifestato dall'operatore RAI che, pur essendo distante decine di metri, trema a guisa di una foglia, come se, in realtà, la sua intenzione fosse proprio quella di non mostrare alcunché di quanto avviene in quegli istanti cruciali.

Lo scopo desiderato è presto ottenuto ed immediatamente il Governo appena insediatosi, ripristina la scorta a chi non l'aveva e rafforza quella dei politici che già ne avevano diritto.

Analizzando il filmato di RAI News 24 ci si avvede che alcuni fotogrammi sono stati sottoposti a manipolazione. Casualmente sono i pochi istanti in cui si può osservare il volto del Carabiniere, Giuseppe Giangrande, ma il viso è stato in modo maldestro oscurato in post-produzione. E’ un oscuramento che, malauguratamente per chi ha operato per nasconderci qualcosa, occupa anche parte del palo che si trova davanti al viso del militare. Poco prima che il cameraman sposti ancora con movimento repentino l'obiettivo dal Carabiniere "ferito", si può notare che egli non mostra tracce di sangue sul collo.

Abbiamo accennato alla post-produzione... Come è possibile, se le immagini, da quanto a noi raccontato, erano in diretta? Evidentemente non lo erano e ciò è dimostrato dall'ora mostrata da un agente che, di lì a poco, pare soccorrere il Giangrande a terra. Il suo orologio da polso mostra le 11:30, mentre la diretta del TG di RAI News 24 (come anche quella del TGCOM24) segna a schermo le 11:40. Dieci minuti sono più che sufficienti per preparare una finta diretta, così come avvenne il giorno 11 settembre 2001, durante l'”attacco” alle Torri gemelle.

Inoltre un nostro testimone, esperto di armi, presente casualmente durante il parapiglia, non solo conferma che potevano essere le 11:30 circa, ma ricorda che le deflagrazioni degli spari esplosi apparivano essere originati da cartucce a salve!

E' interessante notare che, il video in questione, riproposto sul canale You-Tube della testata "Il fatto quotidiano", è stato subito rimosso, pochi minuti dopo la nostra segnalazione, su Facebook, di dette anomalie. Per quale motivo?

Un secondo filmato, proposto sempre da RAI News 24 e realizzato qualche minuto dopo, in prossimità del militare a terra, colpito al collo, contiene una serie di tracce audio sovrapposte. Si sentono le sirene, sullo sfondo, mentre al secondo 10 ed al secondo 24 (sul video originale) si odono due persone gridare: "Dio!" e "Che stamo a scherza’?" ed un'altra voce sembra dire: "Che... non vedi?". Poi l'audio risulta troncato e si sente l'inviata ansimare, mentre un agente della sicurezza intima a tutti di allontanarsi.

Che cosa intende dire quel personaggio che esclama: "Che stamo a scherza’?" Forse si è reso conto che si tratta di una pantomima? Una messa in scena? In modo incauto il regista che ha sovrapposto le sequenze audio, con l'intenzione di inserire l'esclamazione "Dio!", ha pure introdotto due volte "Che stamo a scherza?"... il che dimostra che la traccia audio è stata manipolata.

Quindi, riepilogando, abbiamo due filmati trasmessi come "diretta TV" che, invece, non lo sono. Non possono esserlo, giacché sia parti di sequenze video sia tracce audio sono state contraffatte. Ciò porta ad una sola conclusione e cioé che quella diretta televisiva è una montatura che rientra nella strategia della tensione. Quale migliore occasione di un attentato in diretta, mentre il Governo Letta (del gruppo Bilderberg) si insedia?

Questo aspetto chiarisce, senza ombra di dubbio, che il false flag all'italiana è stato messo in atto con la piena complicità dei principali networks italiani, come accadde con l'inganno del 9 11, allorquando le poche sequenze in grafica 3D, realizzate per mostrare il secondo aereo che si schiantava sulla torre Sud (secondo la versione ufficiale), furono distribuite, con qualche modifica, a tutti i canali televisivi statunitensi e nel mondo e ritrasmesse come fatto reale.

Proseguiamo. Anche TG-COM trasmette la sua “diretta” da Palazzo Chigi ed interrompe il collegamento dalla Sala del giuramento per collegarsi... in diretta, con la piazza dell'attentato, salvo poi scoprire che, anche in questo caso, si trattava di riprese video mandate in play con qualche minuto di ritardo. Infatti, non solo anche qui l'ora a video mostra che sono le 11:40, ma, per qualche frazione di secondo, appaiono a schermo le icone della telecamera Panasonic che le ha inviate alla redazione. Quelle stesse sequenze video, dopo la breve interruzione che mostra le icone della Panasonic, ricominciano dal principio, sempre spacciate per diretta televisiva, dopo un improvvido fermo immagine. Curiosa è l'esitazione dell'inviata che ripete tre volte la sua introduzione, dopo aver notato che le immagini si erano fermate e che quindi la farsa della diretta era saltata.

Oltretutto, si nota benissimo che i video disponibili sui fatti di Piazza Colonna sono almeno sei o sette! Ripetiamo: anche questa non è una diretta, se confrontata con l'ora indicata (le 11:30) da uno dei Carabinieri che soccorrono Giangrande a terra in una pozza di sangue. Già... il sangue.

Osserviamo le chiare incongruenze presenti negli scatti pubblicati in Rete e sui media nazionali.

Stando alla versione ufficiale l'attentatore, Luigi Preiti, ha sparato al Carabiniere Giuseppe Giangrande da distanza ravvicinata (meno di mezzo metro), puntando l'arma alla testa del militare, mentre questo si trovava in piedi di fronte a lui in prossimità della garitta. In tale frangente le anomalie sono tante, ma ne elenchiamo solo alcune.

a) L'agente ferito al collo, sul lato sinistro, è stato colpito mentre era in piedi, di conseguenza la linea di sangue sarebbe dovuta colare verso il petto. Nelle foto il rivolo scende solo a lato del collo.
b) Nelle sequenze trasmesse da RAI News 24 si intravvede chiaramente il volto di Giangrande, senza sangue, mentre a fianco della sua mano destra si scorge un cilindro, dal quale scorre un liquido rosso.
c) Normalmente in una ferita al collo il sangue schizza copiosamente, ma non si vedono tracce di sangue sulla divisa né sotto al mento ed intorno al collo del Giangrande.
d) Non ci sono tracce di polvere da sparo, tipiche delle ferite subìte da distanza ravvicinata ed inoltre il foro di entrata è minuscolo ed incompatibile con quello procurato da un calibro 7,65 da distanza ravvicinata.
e) Il militare a terra si trova a circa dieci metri di distanza dalla posizione in cui si trovava, secondo la versione ufficiale, quando è stato colpito dal Preiti.
f) Il bollettino medico diramato dai chirurghi che avrebbero operato d'urgenza il Giangrande menziona un proiettile che, entrando dal lato sx del collo, si è poi conficcato nella scapola, passando attraverso la colonna vertebrale. Ciò implicherebbe una traiettoria curvilinea nonché dall'alto verso il basso (una finestra...) e non ad altezza uomo!
g) I medici descrivono difficoltà respiratorie, ma il militare a terra, a giudicare dalle foto e dalle seppur confuse riprese video, non appare boccheggiante e non gli è stata procurata, dai soccorritori, alcuna tracheotomia per aiutarlo a respirare. Se davvero il Giangrande avesse subìto i danni dichiarati dai chirurghi, sarebbe comunque morto per asfissia, in quelle condizioni, giacché, stando sempre alla versione ufficiale, la prima ambulanza è sopraggiunta ben dieci (10) minuti dopo il fatto.
h) A proposito delle ambulanze, non si comprende da dove provenissero le sirene presenti nell'audio del servizio RAI, se, come dichiarato, i primi soccorsi sono giunti diversi minuti dopo.

Tra l'altro tutti gli agenti intorno al Giangrande sembrano più voler oscurare la vista a cameramen e fotografi non autorizzati a riprendere la fiction, piuttosto che agire per soccorrere il loro collega. In effetti in nessun fotogramma si scorge un paramedico intorno al Carabiniere apparentemente ferito e disteso a terra. Uno degli agenti in borghese sembra operare con una flebo, ma questa, dalle foto successive, rilasciate a giornali ed emittenti televisive, non risulta inserita in un braccio ed anzi, durante le riprese del TGCOM, l'uomo in borghese alza per un attimo il flacone (ad uso delle telecamere), poi, pochi istanti dopo, coperto dai colleghi, lo riappoggia a terra. Ovviamente nessuna flebo può operare correttamente se non posta in alto e soprattutto se questa non ha l'ago presente in vena!

Inoltre... dove sono il militare ferito ad una gamba e la donna incinta? Nessuna sequenza video o fotografia ne mostra la presenza sulla scena del delitto... o meglio... sul set cinematografico.

Occupiamoci ora dell'attentatore. Costui arriva in Piazza Colonna in giacca e cravatta, con abito firmato e scarpe da 150 euro. Ha l'aspetto ben curato e non sembra di certo un muratore disoccupato da tempo. Sembra un sicario, piuttosto che un povero disperato. L'attentatore voleva colpire i politici, tuttavia nessun politico era presente al momento della sparatoria. Al Preiti sarebbe bastato attendere una manciata di minuti ed avrebbe potuto perpetrare una strage di parassiti, invece...

Passiamo in rassegna alcuni punti degni di nota.

1) L'attentatore "squilibrato" presenta capelli corti semi rasati: è il classico taglio delle forze dell'ordine o dei militari. Inoltre è perfettamente sbarbato.
2) Il completo che indossa il Preiti è identico a quelli usati dagli addetti alla sicurezza delle sedi istituzionali.
3) Dalle sequenze di RAINews 24, l’uomo si intravede già dai primi momenti dietro le transenne ed in pochi istanti appare placcato ed atterrato. Strano, visto che la versione ufficiale lo colloca a poca distanza dalla garitta, ma dall'altra parte della piazzetta a circa 6 metri dalla camionetta e dalle barriere. Un qualsiasi deficiente che volesse scappare dopo aver sparato, non si getterebbe tra le braccia dei Carabinieri, scavalcando le transenne di protezione ed infilandosi tra queste ed il blindato dei militari.

4) La pistola ed il caricatore dell'attentatore sono state posate a terra con precisione (si veda la foto del quotidiano “La Repubblica”), nonostante nessuno potesse toccare l'arma prima dell'arrivo della polizia scientifica e l'attentatore, lasciandole cadere a terra, non avrebbe mai potuto allineare pistola e caricatore cosi vicini tra loro. Inoltre la Beretta 7,65, una volta esplosi tutti i colpi si blocca e rimane come nella foto sopra.
5) Il Preiti, immortalato nelle fotografie, mentre esce dalla questura, pur essendo stato ferito al capo durante la colluttazione con gli agenti, non ha alcuna ferita né tumefazione né cerotto o benda sulla testa.


6) Il giallo della punta di trapano che il Preiti aveva in una borsa. Oltre ai proiettili (una cinquantina) che l’attentatore portava con sé, gli inquirenti hanno trovato - così viene riportato - nella sua borsa anche la punta di trapano: a che cosa serviva? Perché l’ha portata con sé? La prima ipotesi è che abbia adoperato l’utensile per cancellare il numero di matricola dalla pistola che ha usato per sparare ai due Carabinieri. Il fatto è che il Preiti ha riferito ai magistrati di aver acquistato l’arma già con la matricola abrasa, al mercato clandestino di Genova, quattro anni addietro.
7) Poco chiara è anche la ricostruzione degli spostamenti del Preiti. L’attentatore sarebbe partito da Gioia Tauro alle 9.35 di sabato. All’altezza di Praia a Mare la Polizia ferroviaria gli chiede una verifica dei documenti. È un controllo di routine, l’uomo non si scompone. Ha probabilmente l’arma nella borsa, però non ha precedenti penali ed è difficile che possa subire una perquisizione. Arriva alla stazione Termini alle 15.00. Poco dopo entra all’Hotel Concorde, appena dietro piazza dei Cinquecento. Prende l’ultima stanza disponibile. Esce dopo poco. Racconta il portiere dell’albergo: “È uscito verso le 17.00. Tra le 18.00 e le 19.00 è entrato nella stanza, senza uscirne più”.
8) Quando viene fermato dopo la sparatoria, il Preiti ha con sé una borsa. Dentro, oltre alla punta del trapano, viene trovata una cartina di Roma, segnata in più punti, non solo su Palazzo Chigi dove ha appena compiuto il suo folle gesto. Il dubbio è il seguente: è stato lui a segnare la cartina, indicando il percorso che l’avrebbe condotto fino a Palazzo Chigi, o qualcuno l’ha fatto per lui? Infatti non è ancora perspicuo come abbia agito il Preiti nel lasso di tempo che intercorre tra l’uscita dall’albergo e la sparatoria.
9) I vestiti. Il Preiti indossa un abito identico a quelli portati dagli addetti alla sicurezza di Palazzo Chigi e delle altri sedi istituzionali della politica. E’ un elemento che spinge a pensare che l’attentatore non abbia affatto agito d’impeto, perché disperato. La sua azione è stata meditata, lucida, organizzata. Senza contare che il Preiti, secondo la versione ufficiale, ha sparato con precisione millimetrica, cercando di colpire dove i Carabinieri non erano protetti dal giubbotto antiproiettile.
10) Sempre dalle sequenze RAI si scorge il Giangrande distendersi a terra, (più che stramazzare) a dieci metri dal blindato dei Carabinieri, dietro le transenne e distante almeno sette metri dal punto dove, secondo la versione ufficiale, sarebbe stato colpito dal Preiti.

Riassumendo, dal momento dell'unico sparo udito nelle riprese RAI, si vedono due o tre militari chinarsi con calma a terra, di fronte al furgone blindato e dietro le barriere, insieme con il presunto attentatore, già a terra. Contemporaneamente, dal lato opposto, il Carabiniere Giuseppe Giangrande si adagia sul selciato, sempre dietro le transenne di protezione. La posizione dei protagonisti di questa messa in scena è del tutto incongruente con le dichiarazioni di media ed istituzioni e già solo questo aspetto metterebbe in seria discussione l'autenticità di quanto verificatosi, ma l'enorme mole di dati sin qui raccolti, senza nemmeno approfondirli tutti, dimostra chiaramente che siamo al cospetto di un false flag in piena regola, attuato con la piena collaborazione e complicità di mezzi di comunicazione, sanitari, magistratura inquirente etc. Non è un caso se, come negli episodi del 9-11-2001, i testimoni oculari sentiti sono quasi sempre giornalisti.

E' alquanto curioso il fatto che la nota enciclopedia Wikipedia, dopo aver, in un primo momento, creato una pagina ad hoc per raccontare la versione del regime, ora abbia sottoposto a blocco quella stessa pagina, rimuovendo inoltre tutto il precedente contenuto e non rendendolo disponibile nemmeno attraverso la cache di Google. Chi ha la coscienza sporca e perché?

Infine qualche indizio “esoterico”. Il presunto attentatore è originario di Rosarno. La firma dei Rosacroce deviati?

L'ex moglie di Luigi Preiti si chiama Ivana Dan. Dan è un raro cognome di origine ebraica e si richiama ad una delle tribù perdute d'Israele, di solito evocata in riti ed in trame occulte. Il figlio di Preiti e della consorte... ha undici (11) anni. Il numero 11 è, per gli "illuminati", il numero dell'inganno, ricorrente in auto-attentati nel mondo.

La giornalista conduttrice al TG2: "Il governo si è appena insediato con pieni poteri di sparatoria". Un lapsus freudiano di grande importanza.

I tre filmati in esame sono visionabili qui, qui e qui. Se per qualche motivo non riusciste a visionare i filmati in esame, è possibile accedere a questa pagina, nella quale i video sono riuniti assieme.

AGGIORNAMENTO: Luigi Preiti porta le stesse calzature degli agenti. Singolare coincidenza...

Rosario Marcianò - TUTTI I DIRITTI RISERVATI

Articoli correlati:

Rose rosse per te, 2013

Attentato davanti a Palazzo Chigi: falso anche il frame della telecamera di sorveglianza, 2013

Mediaset tenta di censurare Rosario Marcianò, 2013


133 commenti:

  1. Dai media di regime il Preiti viene ora dipinto quasi come un eroe e le condizioni di Giangrande 'lasciano ben sperare'. Scommettiamo che questi si riprenderà al cento per cento e senza postumi dell'attentato...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Possibilissimo. D'altronde in qualche modo devono farne un eroe, in prossimità della dismissione dell'Arma dei Carabinieri.

      Elimina
    2. €urog€nforc€ siamo messi bene... :-/

      Elimina
    3. La tua esposizione dei fatti e' esattamente congrua con i miei peggiori dubbi. Ma la mia domanda e':se inizia cosi, questo governo, dove andremo a finire?

      Elimina
    4. Come dire fette di prosciutto sugl'occhi! Sveglia!!!

      Elimina
    5. non so se avete notato fra le righe che l'€uropa ha programmato un aumento di tasse per l'italia...ve lo dico io il tecnomedioevo e' alle porte !!!

      Elimina
    6. il tecnomedioevo e' alle porte, stay tuned :)

      Elimina
  2. ROSARIO GIA' IL TUO NOME E' TUTTO UN PROGRAMMA DI MANTRA...MA E' VERO DIVENTA DIFFICILE CREDERE...CAPIRE...CONFERMARE...LA VERITA' SE NON SI E' DIRETTI TESTIMONI...LA MIA DI TESTIMONIANZA E' SOLO UNA..CREDO NEL SIGNORE GESU'...HAI VISTO IL PROFILO IN FACEBOOK DEL PREITI?..COSA NE PENSI DI QUELLO? MA TU NON HAI PAURA CHE TI FACCIAN FUORI? DOVE VIVI TU SULLA LUNA?...SE E' VERO CHE ESISTE QUESTO TIPO DI STRATEGIA..ALLORA TUTTO QUELLO CHE TU CI FAI VEDERE A NOI COMUNQUE NON SERVE PER POTER FAR CAMBIARE LE COSE...IL POTERE OCCULTO, E NON,.DEL" MALIGNO"... E' AL SUO MASSIMO ...!!! OH DIO ONNIPOTENTE PERCHE' NON SCENDI SULLA TERRA PER ANNIENTARE I POTENTI DEL MONDO!!!AMEN !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Elisa, si muore una sola volta.

      Elimina
    2. Si, manca solo lui sulla terra... Moh... Ognuno crede quello che vuole ma non dovresti mai smettere di questionare i potenti, ce un motivo perché sono potenti, e non è per fare gli affari del popolo!

      Elimina
    3. Elisa, si dice che il momento della morte sia predestinato.

      Ciao

      Elimina
    4. Elisa, la Chiesa, fa parte dei potenti...... Anche a me piace il Papa nuovo, o per meglio dire, mi piace x quello che ci dicono efanno vedere i media, ma la Chiesa era e fará di tutto per rimanere potente con poteri! È quando dicono che il Papa si mette la croce d'argento, o vende le cose d'oro.. sono cose come il discorso d'insediamento di Letta... Mangime per conigli da far smistare ai media... Null'altro.. Se davvero germogliò vorrebbe vendere tutto x dare e fare il bene della povertá, non sarebbe più in vita.

      Elimina
  3. Nel video http://www.harmonicwatchdog.it/tankerenemy/video/Censored/il-video-manipolato.mp4 si vede un cameraman (camera con antenna alta) vicino alla "vittima" ed anche prima di lui c'è un fotografo (Abiti beige marrone. professionale? Non credo, o comunque con poca esperienza ma con fotocamera a riflesso)... entrambi dovrebbero aver immagini molto chiare di buonissima qualità e da molto vicino... Dove sono? Con quelle immagine si potrebbe capire meglio... Riguardando il video + volte si vede un'altra persona molto vicina (giaca blu, anche se solo x un attimo, sembra fare delle foto... a l'inizio del video, sulla destra, c'è una persona per terra... ferita? // Cosa raccoglie il carabiniere (non ho conta tempo: immagine ferma: cameraman maglietta bianca s'avvicina alle barriere, accanto a lui "fotografo" abiti beige/marroni, carabiniere che raccoglie ? nella destra del immagine (praticamente alla fine del video). O il carabiniere non conosce bene il suo lavoro (avrebbe dovuto lasciare l'oggetto li e "proteggerlo" finché non arrivasse la scientifica (ma sono mai arrivati?) o era il suo portafoglio (:-/). Appare anche un personaggio "strano" con pantaloncini e caschetto (segna e dice via) che poi se ne va con la massima tranquillità... Può darsi che non ho trovato niente che voi non avevate già visto ;-) Ad avere immagini de qualità... Strano come nel caso di eventi di tale "importanza" la qualità delle immagine sono sempre basse e come i cameraman professionali perdono la calma e non riescono ad inquadrare quello che succede... Ne conosco molti di cameraman e vi garantisco che ognuno di loro sogna di avere la "fortuna" (per carità, nessuno vuole che muore qualcuno, ma fa parte del loro lavoro) di filmare drammi del genere e che quando succede riprendono BENE!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Senza dubbio tale comportamento induce a sospettare fortemente nella veridicità dei fatti. Nessuno riprende in quel modo... nemmeno un dilettante!

      Elimina
  4. Non riesco a vedere i video...comunque interessante ricostruzione.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Li sto convertendo in flv ed una volta sul server dovrebbero essere fruibili da chiunque abbia flash player installato.

      Elimina
  5. ATTENZIONE! Ho raccolto i tre filmati (in formato flash) in una sola pagina. Qui.

    RispondiElimina
  6. Bel lavoro. Anche Boston Maratona era una False Flag e le prove sono indiscutibile. Ho spedito a Corriere della sera ed altri un video in quale il fratello più grande ha arreso senza una grafia... nudo con le mannette (bracce indietro) e la polizia era gentilmente mettendo in una macchina. Conferma 100% identificazione che era lui. Ma la media non importa fa vedere la Gente la Verità dei giochi in ballo contro loro stessi da parte di 'Chi' ha riferito. La Gente aspettano il ritorno di un Gesù come un 'Rambo' salvare loro oggetti, invece coinvolgere pacificamente nel esposizione del gioco e i potere della Gente stesse. Tutto questo è collegato sia in Italia, USA con BOSTON, Canada, movimenti delle forze armate Russia e cosi avanti. Siamo davvero nel ultima fase del gioco del potere. Se hai bisongo del sostegno? Ci sono per una vita quasi in questa arena. Grazie ancora per mostrando una cosa stavo dicendo da quando è successo questa scena. Arriva ora i polizzioti UE dalla base in Lombardia? I drone che Monti ha accordato tempo fa con aka FRODA DAI FATTI obama? Non di parlare che sono pronti togliere il denaro dalle conte corrente della Gente come hanno fatto in Cipro. Va beh...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il problema, come hai giustamente fatto notare, risiede nei media, che sono praticamente venduti ed eseguono con esatta precisione tutto quello che viene loro ordinato di divulgare. Così, giacché il popolo bue pensa ancora che quella dei cosiddetti giornalisti sia la verità, si fa prendere per il culo e si scava da solo la fossa. Che dire... noi ci proviamo a svegliare il sonno degli zombie, sperando che non sia tardi.

      In ogni caso ognuno di noi sceglie se l'ultima porta in cui si entra, sia da liberi o da non liberi.

      Elimina
    2. Hanno non parlano del colegamento del fratello più grande con una programma CIA in quale aveva partecipato pochi anni prima e stato pubblicato che i documenti ci sono. In fine ragazzi, siamo 'TUTTA ITALIA ogni uno/a che non è affiliato con il Gruppo Bilderberg, la massoneria in modo particolare livelli 30°-33°, la Commissione Trilaterale, Vaticano e Gesuiti che hanno ormai entrato nel Vatican adesso, e la famosa Regina non angela.. in un bel guaio :-( se tutti non iniziano svegliare a la REALTA' e la VERITA' (fatti) e unire per cambiare le cose intelligentemente, logicamente, pacificamente e velocissamente!

      Elimina
    3. Speriamo che la maggiore parte scelgono la Libertà. I cimiteri sono pieni, in tutto il mondo, di Quelli che hanno combattuto pensando che era per la Nostra Libertà. Hai visto 'Agenda 21' della Nazioni Uniti o meglio il dipartimento internazionale del Nuovo Ordine Mondiale e gli famosi, reali, Illuminati (una che è Banca Italia in fine).

      Elimina
    4. Se uno solo delle migliaia di magistrati facesse il suo lavoro...

      Elimina
    5. Ricostruzioni molto precise, Gregg. Questi eventi dimostrano che esiste un unico regista.

      Ciao

      Elimina
  7. Vorrei inoltre far notare che , gli stivali di Preiti , sono chiaramente STIVALI TATTICI , in dotazione alle forze speciali di stanza in città....e con questo credo che il quadro sia chiaro , inoltre ,sono sicuro , essendo anche Io un complottista , ma che si aggiorna e "scava" che , tra qualche giorno del Carabiniere ferito non si parlerà più ,facendo cadere nel dimenticatoio questa bella "fiction"

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Restando in argomento, segnalo questo interessante articolo a firma di Gianni Lannes.

      Elimina
  8. Ciao, complimenti per la tua ricostruzione, davvero bene fatta. Volevo solo segnalarti che all'inizio dell'articolo hai scritto 25 aprile, invece il giuramento e il fattaccio sono successi il 28.

    RispondiElimina
  9. La Beretta era in dotazione alle forze dell'ordine fino agli anni 90, non ci vuole un esperto di balistica per capire che un' arma che esplode un colpo a distanza ravvicinata provoca molti più danni di quelli nella foto, anzi uccide sul colpo. Il calibro 7,65 può penetrare fino a 12 cm nei tessuti molli..

    RispondiElimina
  10. Giampy, ho avuto anche io la stessa impressione sulle calzature del Preiti, poi il dress-code dice tutto, inoltre la pistola Beretta cal. 7,65 mm mod. 70 con matricola abrasa...era in dotazione alle FFOO fino agli anni 90..La posizione della pistola scarica e con il caricatore vuoto allineato indica una dimestichezza con il maneggio delle armi tipica di chi le usa o si addestra...

    RispondiElimina
  11. D'altronde quelle sequenze parlano chiaro. In uno dei filmati si vede pure il regista che indica a tre Carabinieri di spostarsi sulla destra della scena...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. come sceneggiatura e effetti speciali meritano un bel "Razzie"

      Elimina
    2. I fratelli Vanzina avrebbero fatto meglio.

      Elimina
  12. tf_butler@email.it
    22:10 (16 minuti fa)

    Received: from Email-mailer ([95.239.179.240])
    by 95.239.179.240 with HTTP (Wmail);
    Thu, 2 May 2013 22:10:36 +0200
    Date: Thu, 2 May 2013 22:10:36 +0200


    IP Address: 95.239.179.240
    ISP: Telecom Italia Wireline Services
    Organization: Telecom Italia
    Region: Spoltore (IT)

    a anc, presidente, caporedattore, fiamme_argento, info, anc-lanciano, ancmiglianico, ancpescara, info, ancroseto, ancteramo, cipriani.savino, ancsezpomarico, ancvilladagri, cataldosantoro, sante.blasi, presidente, ancpaola, ancrossano, anc-cz, anc.curinga, vincenzo.colos., a.n.c.sez.rc, raffaele.guarn., ancsiderno

    Gentilissimi signori dell'Associazione Nazionale Carabinieri,
    sede centrale e sedi territoriali,
    vi scrivo la presente mail per segnalare l'ignobile comportamento del Sig. Rosario Marcianò, residente a SanRemo (IM) in Via
    Dante Alighieri 147/4, il quale sul proprio sito http://straker-61.blogspot.it/ ha pubblicato un "articolo" nel quale
    afferma che l'attentato di Roma nel quale sono rimasti feriti due Carabinieri è un attentato "finto", preparato ad arte.
    Il Sig. Marcianò in questo ed in altri "articoli" accusa l'Arma dei Carabinieri di essere composta da "criminali" che
    coprono altri "criminali".
    Il Sig. Marcianò afferma anche che il Maresciallo Giangrande non sia stato in realtà ferito e che abbia parte attiva nella "recita";
    afferma anche che la figlia del suddetto maresciallo Giangrande durante la conferenza stampa stesse anch'essa recitando una parte.
    L'aspetto più squallido, schifoso e rivoltante di detto comportamento deriva dal fatto che:
    a) il Sig. Rosario Marcianò è figlio di un Carabiniere (il povero padre si starà rivoltando nella tomba a causa dello schifo che il figlio sta vomitando sull'Arma);
    b) il Sig. Rosario Marcianò è un nullafacente e si fa mantenere dallo Stato attraverso la pensione di reversibilità da Carabiniere percepita dalla madre.
    L'articolo pubblicato dal Sig. Marcianò è visionabile a questo indirizzo: http://straker-61.blogspot.it/2013/05/attentato-davanti-palazzo-chigi-un.html
    Nel caso il Sig. Marcianò, con la vigliaccheria che lo caratterizza, decida di far sparire o modificare l'articolo ho provveduto a salvarne copia a questo indirizzo: http://www.freezepage.com/1367522060WGFPQZTJRZ

    La presente quindi per mettervi nelle condizioni di intraprendere tutte le iniziative che riterrete opportune.

    A tutti voi ed all'Arma dei Carabinieri vanno le mie più sincere attestazioni di stima e di affetto.

    Task Force Butler

    RispondiElimina
  13. Vaffanculo, maiale!!!
    Strakkino, sei un coglione.

    Ubi maior, Strakkino cessat.

    RispondiElimina
  14. Mi sa che questa è la volta che ti ingabbiano...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se quello che fa lui con il suo NOME E COGNOME lo facessero o facessimo in MOLI ALTRI, giornalisti inclusi, magari ad essere ingabbiati sarebbero LORO, gli schifosi criminali.

      Comunque non vi preoccupate... c'è rimasto 1 anno, massimo un anno e mezzo... e tutto sto mondo di merda sarà finito, sotto bombardamenti nucleari da parte della Russia che se ne sta fuori a guardare senza prendere parte a questo gioco di merda e lotte fra CIna ed occidente (no, l'islam non conta nulla) e che alla fine ci farà saltare il culo a tutti.

      Questa merda di mondo deve finire. Torneremo a lavorare i campi.

      Elimina
    2. Se in molti altri facessero, o facessimo, sotto NOME E COGNOME, mettendoci la faccia, quello che sta facendo Rosario, magari questi criminali (giudici compresi) avrebbero poca vita.

      Elimina
    3. Ecco: Giudici compresi. Invece questi si prendono lo stipendio senza intaccare minimamente il sistema che li foraggia. Ci mancherebbe...

      Elimina
  15. Scommettiamo che ingabbiano voi?

    RispondiElimina
  16. io c'ero al 7° sparo. Condivido e confermo: per 1 minuto lunghissimo tutti siamo rimasti congelati in silenzio, io ero esattamente all'angolo di Palazzo Chigi, e vedevo la piazza assolata e nessuno, tanto da supporre che la sparatoria fosse ad altezza di Montecitorio. Nessuna donna gridava. Dopo ho sentito e visto 15 volanti della polizia, e sicuramente sono arrivati con loro le televisioni. Quindi nessuna diretta ha ripreso quel momento di silenzio totale, denso di paura che tutti abbiamo avuto.

    RispondiElimina
  17. Ora ci chiediamo: "I magistrati sono stupidi o complici?".

    RispondiElimina
  18. Condivido e confermo, ero esattamente all'angolo di Palazzo Chigi al 7° sparo. La piazza era assolata, nel minuto successivo c'era un silenzio assoluto, denso della paura di tutti noi. Non vedevo nulla, al punto di pensare che la sparatoria fosse accaduta a Montecitorio. Nessuna ripresa televisiva "in diretta" ha ripreso quel silenzio, e nel sole i corpi sdraiati dei carabinieri. Nessuna donna urlava. Dopo quel lunghissimo minuto, la gente ha iniziato a muoversi, mentre arrivavano le volanti della polizia, bloccando tutti. In modo da poter liberamente fare insieme alle televisioni il lavoro. Numero 15 volanti della polizia almeno prima, numero 3 volanti dei carabinieri successivamente, poi 2 ambulanze dopo qualche minuto. Non posso scordarmi cosa ho visto: "una piazza assolata, senza nessuno.. e il mio sguardo vagava in alto, verso Montecitorio alla ricerca di dove fossero partiti i colpi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. penso 11.30 o 11.32 non ho guardato l'ora, ma dai miei calcoli era prima delle 11.40. Tant'è che pensavo nella menzogna dei telegiornali, hanno anche arrotondato l'orario.

      Elimina
    2. Perfetto, grazie! Tutto coincide!

      Elimina
  19. A proposito della pistola le ipotesi possibili, in casi del genere, sono due.
    La prima: l'attentatore è stato disarmato durante la colluttazione e, quindi, bloccato. Allora la prima cosa che un operatore di polizia di media preparazione fa', è quella di togliergli l'arma e tenerla seco, magari dandola ad un'altro collega frattanto intervenuto.Giammai posandola a terra, in modo allineato col caricatore come mostrato. E men che mai poserebbe la pistola a terra in luogo pubblico. Inoltre, una volta disarmato l'attentatore e tolto il caricatore dalla pistola, l'operatore di polizia mai poserebbe questo a terra assieme alla pistola, nel bel mezzo del parapiglia che consegue in questi casi.
    La seconda: l'attentatore è stato ridotto all'impotenza mediante l'uso di armi (esempio è stato ferito), allora egli cade a seguito del colpo ricevuto e con sè cade anche l'arma che, in questo caso, deve assolutamente restare nel posto ove è caduta, per i conseguenti rilievi della scientifica. Giammai l'arma che cade nel modo suddetto,può trovarsi nella posizione in cui è stata mostrata e, a fortiori, col caricatore ben allineato.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Niente della versione ufficiale regge, anche perché, stando alle immagini fasulle fornite nei giorni successivi, il Preiti non si spiega come possa aver sparato oltre le transenne (a sei metri di distanza), per poi scavalcarle (al settimo colpo sparato) e ritrovarsi già sotto i Carabinieri che vi si sono seduti sopra. Poi le ferite si capisce che erano finte, giacché all'uscita dalla Questura, era privo di qualsivoglia traccia di contusioni o ferite lacerocontuse.

      TUTTO FALSO, insomma, per cui anche il dettaglio della pistola appoggiata a terra in quel modo appare grottesco.

      Elimina
  20. Clary, grazie per la Tua preziosa testimonianza! :-)

    RispondiElimina
  21. Le finte dirette sono all'ordine del giorno, fanno parte del crescente e ormai irrinunciabile desiderio di immediatezza che lo spettatore pretende dai media. Anche le scritte che scorrono in sovrimpressione, con gli aggiornamenti in tempo "reale" hanno lo stesso scopo. Deve sembrare tutto in costante aggiornamento, tutto live. È una caratteristica del medium televisivo che si trova a competere con l'immediatezza del web, quindi ne ingloba delle caratteristiche per poter sopravvivere e non sembrare obsoleto rispetto ad altri media.

    Non bisogna vederci per forza il complotto in senso tradizionale, c'entrano le dinamiche televisive e il confezionamento di un prodotto che piaccia al pubblico. Non c'è nulla di strano che le riprese siano state fatte un po' dopo e in stile "avvistamento ufo". Se le varie tv non sono riuscite a cogliere il momento esatto del fatto, per andare in onda con un prodotto valido avranno girato dopo delle scene e reso il tutto verosimile grazie al montaggio.

    Avete presente quando i tg mandano un servizio su una retata delle forze dell'ordine e si vedono i militari irrompere nel covo? Mica sono immagini girate sul momento, non si portano dietro il giornalista... vengono girate dopo grazie alla collaborazione dei militari che si per qualche secondo a ripetere una scena per fornire ai media una testimonianza del fatto di cronaca, che poi viene montato, secondo la grammatica video, per dare agli spettatori dei riferimenti narrativi codificati che sono in grado di comprendete.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La televisione è finzione che imita la finzione dei "fatti" inventati.

      Elimina
  22. Moderami quanto cazzo vuoi, ma almeno lo leggerai, e tanto mi basta, Voglio che tu sappia cosa penso di te.
    Sei solo uno schifoso sciacallo, pezzo di merda, fallito, nullafacente, inutile rifiuto subumano, indegno di vivere. Come ti e' stato suggerito, vai a dirlo a Giangrande che e' stato un attore di una farsa.
    Poi, se non ti randella lui o uno dei suoi familiari, dimmelo, che arrivo io. E poi sono tutti ca$$i tuoi...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Franco Battan, questi sono per me una meravigliosa conferma dell'ottimo lavoro sin qui svolto. Grazie!

      Elimina
    2. Frankrat, dove hai studiato? Alla Sorbona? Sei un insulto all'intera umanità.

      Elimina
    3. Errata corrige: Skunk rat

      Elimina
    4. @frankbat
      Perché invece di sprizzare odio e violenza da tutti i pori, non provi a ribattere l'articolo punto per punto?

      Elimina
    5. Non ne è capace. In questi anni ha solo e sempre insultato.

      Elimina
    6. E' imposibile per skunk rat e per tutti i negazionisti.

      Elimina
  23. Non manca il movente per la cospirazione? Non mi sembra che ci siano stati effetti collaterali sociali o politici.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Daniele, "effetti collaterali solciali o politici" ci sono ma su una scalla più larga di visibile se qualcuno non è dentro il 'gioco' a livello internazionale. Stanno già parlando del aumento della sicurezza e togliere la libertà dei Italiani per sicurezza nazionale. Roma (Gruppo Bilderberg in fine) sta seguendo perfettamente il gioco nel USA lettera per lettera. In breve: crolla l'economia mondiale > euro / dollaro ecc. I piani rubare i conti correnti della Gente sono già stati accrodati nel dicembre 2012 e confermate più recentemente. Per la sicurezza nazionale in Italia sarà portato sembra nelle strade la polizia UE (assassini) che sono stati già reportati essere qui in Lombardia sulla base e le forze del NATO, che sono già elementi nel USA nascosti in base temporanea in zone un po' isolate. In fine, sarano pronto controllare qualsiasi reazioni da parte della Gente quando le banche non aprino un giorno. Il gioco del 'False Flag' e spaventare la Gente con una azione che permette loro portare addosso la Gente le forze armate sotto le scuse della sicurezza della Gente stessa (hahahhahahaha) in un modo in quale sarà accettato fine a quando è troppo tardi fare nulla. In Italia, la Polizia UE sono la massima autorità anche sopra il Ministro della Giustizia... sono da Brusselle. Qui nel blog sarà questi professionisti che attaccano per far negare la credibilità del Blog e suoi contenuti o mettere sottola paura i contribuenti del Blog. Quando arriva questo gioco > è solo una conferma che il blog tocca una REALTA'.

      Elimina
    2. Daniele, presto capirai il "cui prodest". Molto presto.

      Elimina
  24. ma se giangrande è stato colpito mentre era all'interno della garitta sono incongruenti sia la posizione che assume il copro che la distanza dalla garitta stessa

    RispondiElimina
  25. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Giangrande, secondo la versione ufficiale, è stato colpito di fronte alla garitta, ma poi, stranamente, cade a poco meno di dieci metri da questa.

      Elimina
    2. è quello che dico anch'io, ma poi anche riuscendo a spostarsi sarebbe caduto in avanti invece è sdraiato come se avesse avuto la garitta di spalle
      COMUNQUE LA FACCIA DI PREITI NON MI è NUOVA

      Elimina
    3. Miracoli della finzione televisiva.

      Elimina
    4. Tra l'altro Giangrande è già a terra, ma dal lato sbagliato della scena.

      Elimina
  26. Ciao. Conosci inglese? La Parte Italia ha giocato nel 'War on Terrorism' > FALSE FLAG con 9/11. Una della più importante 'Whistleblowers' is Sibel Edmonds on this video ( http://youtu.be/ZpmRWYLeOTc ). L'USA e NATO (COMPRESA ITALIA) HA LAVORATO CON Ben Laden 2-3 me3si dopo il Gimelli Torre nel Progetto Glaudio. COSI è QUELLI IN ROMA!

    RispondiElimina
  27. Gregg, alcuni ricercatori pensano che il 9 11 sia stato deciso in V. Comunque fu il risultato di una stretta collaborazione tra servizi segreti di Italia, Israele, Stati Uniti.

    Ciao

    RispondiElimina
  28. Ti faccio i complimenti per la perfetta ricostruzione di questa solenne presa per il culo .. a me ha colpito la presenza sul posto di quel cameraman con la telecamera a spalla ..come se si trovasse già li in attesa del fatto . Se hai problemi mettimi di mezzo ... sono con te e ancora grazie

    RispondiElimina
  29. Sono rimasto senza parole .. complimenti caro Straker non ti conoscevo nei panni di agente investigativo a 360 gradi .. io sono rimasto colpito dalla presenza di un cameraman in simultanea con il fatto " criminale " come se stesse aspettando la "diretta" .Non avere paura il Comitato è con te .. io credo nel tuo lavoro e nel mio piccolo divulgo ogni giorno anche se mi prendono per pazzo .. La verità DEVE vincere .. vi saluto tutti



    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Maurizio, grazie! Sono curioso per natura e sin dal primo istante, quando ho visto le prime sequenze e l'intervista alla Giangrande, ho capito che era necessario non fermarsi alla superficie.

      Elimina
  30. Roma – L’ARMA dei carabinieri, in osservanza del trattato di Velsen procede a tappe forzate al proprio smantellamento con la chiusura di numerosi reparti, sino all’inevitabile scioglimento dell’Arma.

    La legge n.84 del 12 giugno 2010 riguarda direttamente l’Arma dei Carabinieri, che verrà assorbita nella Polizia di Stato, e questa degradata a polizia locale di secondo livello. Allo stesso tempo, l’art.4 della medesima legge introduce i compiti dell’Eurogendfor

    RispondiElimina
  31. Tutta la mia stima a Rosario per l'ottimo articolo, siamo tutti con te, continua cosi'!

    RispondiElimina
  32. Ottimo articolo, condivido tutto, farò un articolo anch'io sul MURATORE...

    Un particolare che taglia la testa al toro non è stato menzionato. Quando esce dall'ospedale, penso il giorno dopo, è vestito completamente diverso dal giorno prima, se ingrandite la foto ha addirittura delle altre scarpe o ciabatte ospedaliere e si porta dietro un piumino invernale mentre lo sbirro giovane è in maglietta.

    La domanda ingenua che pongo è la seguente: perchè si è cambiato??? Oppure, chi diavolo gli ha portato gentilmente il cambio abiti???
    Per un simile reato ti fanno tornare prima in albergo, ti prendono anche il cambio scarpe ( ne aveva 2, era in vacanza???) ti ridanno il piumino ( il piumino??? Era così freddo???)
    Ti danno la felpina e invece lo splendido abito da sera MAN IN BLACK lo lasciano in ospedale???

    La domanda è: PERCHE' diavolo lo fanno cambiare, scarpe comprese??? Si merita tanto accudimento un presunto terrorista che solitamente sbattono in cella senza troppi fronzoli??? Uno sbirro ha portato nuovi abiti??? E i vecchi??? Donati all'arma???

    RICAPITOLIAMO: Un tizio vestito da matrimonio spara ad un agente, l'altro non si è mai visto, la donna incinta si è smaterializzata, davanti a Palazzo Chigi, e il giorno dopo gli portano il cambio abiti e sparisce nel nula. E le tante telecamere piazzate intorno??? perchè non le consultano???
    NON SAPEVO che ci fosse questo trattamento di lusso, per poveri spacciatori capitati un giorno in carcere, non è previsto questo EXTRA...
    E poi, se anche gentilmente un agente gli avesse dato abiti presi dal suo albergo, che cazzo di fine hanno fatto gli altri...
    E soprattuto, dove cazzo va con quel piumino e con le scarpette bianche???
    :-)

    PS: PARTICOLARE delirante, che mi tengo per me, ma lo dico lo stesso... :-)
    Se guardiamo attentamente la foto-composizione, notiamo che effettivamente sembran proprio la stessa persona, ma il naso di quello a terra è leggermente alla francese "più alto" e nella punta è leggermente a patata, nella foto dove esce dall'ospedale ha il naso all'ingiù e diverso, i visi sono quasi identici,il naso assolutamente NO...

    Ma questo particolare è irrilevante, bastano e avanzano quelli del tuo articolo e tanti altri più evidenti...
    Secondo me il tizio è un CONTRACTOR...
    Ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi associo completamente alle tue considerazioni e sottoscrivo l'osservazione sul naso. Saranno la stessa persona?

      Elimina
  33. Ormai le tessere della simulazione televisiva sono decine. Sembrano davvero due persone diverse, anche se somiglianti. La donna incinta è un po' come l'araba Fenice.

    Un contractor? Sicuro al 1000 per cento.

    Da notare che il Preiti, nella fiction, è un muratore... libera muratoria.

    Ciao

    RispondiElimina
  34. Bravo Rosario, la mia stima cresce sempre di più... Rosicruciani? Possibilissimo! I loro metodi, tra l'altro davvero grossolani, sono prove inconfutabili che gli si ritorceranno contro, prima o poi. P.S.: il Franceschetti stranamente non ha accennato all'episodio, mah! Stai attento ti prego e fai copie di tutto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho notato.. strano che Franceschetti non se ne sia occupato. Eppure non è uno stupido...

      Elimina
  35. E' vero: è singolare che Franchescetti non abbia colto la... Rosa. Mi unisco al tuo auspicio.

    Ciao

    RispondiElimina
  36. Grande Strakker ai coraggio! Ma non ai paura che ti fanno fare l'"incidente" come e capitato a tanti che raccontavano la verita? Comunqe secondo me devi riportate tutto a peppegrillo, sono sicuro che lui ti risponde e fa cualcosa contro questi marcioni della ka$ta!

    RispondiElimina
  37. Strakker sei un grande vai dalle iene o da peppecrillo, loro anno il coraggio di dire la verita contro la ka$ta!

    RispondiElimina
  38. Strakkino, maiale, sto ricevendo risposte da tutta Italia.
    Questa volta sono proprio cazzi tuoi, infame!!!
    Strakkino, sei un coglione.

    Ubi maior, Strakkino cessat.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ubi maior, Tusk force butter cesso.

      Elimina
  39. Viviamo in una continua finzione. Non ci si può fidare di nessuno ... siamo manipolati con una informazione fasulla ...A chi credere? Anche questa ricostruzione può essere falsa volutamente ... Allora? Boooh! Non ci rest che piangere.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Valutare sempre con la propria testa!

      Elimina
    2. Non ci resta che cercare.

      Elimina
  40. Il professore Becchi è stato sputtanato perché ha affermato, ancor prima della pseudo-gaffe sull'allarme sociale che sfocia nella violenza, che dietro all'attentatore MURATORE, ci sia una regia occulta...
    Questo è il reale motivo per cui anche semplici cronisti dei TG si sono prodigati ad offenderlo gratuitamente.

    Leggendo i commenti ho notato la presenza di diversi anticomplottisti maleducati...
    La cosa buffa dei finti debunker che girano sul tuo blog è che indirettamente e inconsapevolmente sembrano farti un favore.
    Offendendoti in maniera così stupida e infantile, rafforzano il tuo lavoro e lo legittimano agli occhi dei lettori, soprattutto dei nuovi come me.
    Da oggi, per esempio, hai almeno una cinquantina di lettori in più, dato che ho fatto girare il tuo ultimo articolo e l'effetto domino non si ferma così facilmente.
    Per carità, sarà poca cosa per questi personaggi che si divertono con poco...

    Anch'io in passato ho spesso criticato certe visione estreme complottiste e talvolta lo faccio ancora, ma quando esse sono supportate da fatti e ben argomentate sono il primo ad appoggiarle oppure per onestà intelletuale a ricredermi.
    Questi personaggi invece, sembrano provare un astio tipico di chi ha perso la partita e deve mostrare un livore represso.
    Non penso siano pagati, sono troppo scurzoni perché qualcuno si sbatta a stipendiarli,ho letto in rete i loro blog, sono mal fatti, la loro punta di diamante è Attivissimo che è veramente di basso profilo, non hanno argomentazioni e soprattutto sono veramente antipatici, per quello che hanno così pochi lettori e ne avranno sempre meno.
    Anche perché se non esistessero, bisognerebbe inventarli, dato che ti fanno indirettamente una marea di pubblicità... Anche se capisco per te sono sicuramente una grande scocciatura...

    Pensa che conosco scettici che, dopo aver letto quei blog, hanno capito che tu sostenevi tesi veritiere, vedendoti così maldestramente attaccato e offeso. Quindi alla fine il loro effetto è stato paradossalmente l'opposto.

    Facendo dietrologia, potrei pensare siano tuoi sostenitori occulti o involontari...
    ;-)

    PS: Uno di loro ha il logo di uno dei personaggi della A-TEAM, il capitano Murdock...
    Mi è venuto da ridere pensando al tizio che sta dietro a quel nick, come per sottendere il fatto che sarebbe uno sbirro di quelli dell'Intelligence speciale, di qualche agenzia.
    In effetti l'estetica è tipica di quel mondo, ma voglio pensare sia solo un invidioso che recita quel ruolo perché non può fare altrimenti...
    L'invidia è un fattore importante nella psicologia umana e quei personaggi sono brensi di rosicature di una vita.
    Quasi, quasi ne vorrei qualcuno anche nel mio blog...
    :-)
    Ciao alla prossima...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Concordo con la Tua tesi. Per questo ogni tanto concedo loro di pubblicare qualcuno dei molteplici quotidiani insulti. Riguardo a Murdock, costui è un elemento del sistema, bene addentro nei palazzi della Giustizia del Veneto. Trovi ulteriori dettagli nella pagina dedicata a questi poveri servi del regime, che sono davvero tanti ed in considerevole aumento. Tant'è... non hanno capito che il metodo adottato è sbagliato e che non me ne frega niente dei loro vituperi. Ormai ho la corazza.

      Elimina
  41. Psicopatologia dei negazionisti.

    RispondiElimina
  42. mah..non ho letto tutto l'articolo ma mi chiedo se veramente l'intento era quello di rafforzare e dare ad altri politici la scorta voi pensate che per loro era necessario organizzare tutta sta pantomima?
    non sarebbe stato piu facile emanare un provvedimento legislativo ad hoc.?o avrebbero temuto un insurrezione popolare per l'ennesima porcata ma ce ne di ben peggiori che tutti conoscono..effetivamente ci sono delle evidenti stranezze ma non credo che il vero obbiettivo fosse quello pro-scorta

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ovviamente non è quello il motivo!

      Elimina
  43. Gli scopi della sceneggiata diventeranno chiari, non appena il nuovo laido governo promulgherà i decreti in materia di sicurezza.

    "Tu pazienza non hai".

    RispondiElimina
  44. bhè il tutto è effettivamente strano...
    ma poi spiegatemi una cosa, le telecamere odierne, quelle per i servizi tv.... che magari ti riescono a vedere anche quanti peli hai sul culo, come mai in questi avvenimenti fanno video come i telefonini di 15 anni fa??
    mi danno tanto l'impressione di quei video tarocchi sugli ufo o sul bigfoot....
    sfocati, mossi, e con i pixel di 1 metro x 1 metro...
    sky trasmette in hd, altrettanto la rai e mediaset.......

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dici bene, Gigi. Ci gioco quello che vuoi che quella immagine è un falso totale. Infatti, a parte la netta incongruenza con le capacità di ripresa delle attuali telecamere di sorveglianza, ci sono tutta una serie di contraddizioni i quel frame. Tra queste abbiamo:

      a) La presenza di una fila di persone che non erano effettivamente presenti sulla scena del... delitto e questo lo sappiamo non solo dalle immagini televisive, ma anche da tre diversi testimoni, che confermano non ci fosse anima viva nella piazza.

      b) La prima auto della fila nel frame in questione doveva essere un'Audi tre volumi, mentre qui si vede una "due volumi" che, tra l'altro, è un modello inesistente.

      Presumo quindi si tratti di un disegno.

      Elimina
    2. Dipendenti de "Il Messaggero" testimoniano che nella piazza non c'era anima viva.

      Elimina
  45. Caro Straker,

    Complimenti per un articolo davvero eccellente!

    Nel mio piccolo, mi sono anch'io divertito con questa penosa psyop all'italiana... (per chi mastica l'inglese)

    FUMETTO ITALIANO
    http://www.cluesforum.info/viewtopic.php?p=2384196#p2384196

    Un caro saluto

    Simon Shack

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Simon, grazie. Vado a leggere il tuo post.

      Elimina
    2. Quella del portantino che gira intorno all'ambulanza, me la ero persa! :-D

      Elimina
  46. Ciao Rosario, riguardo le auto, in questo filmato si vedono delle macchine:
    http://video.repubblica.it/cronaca/palazzo-chigi-il-momento-dello-sparo-e-la-fuga-della-folla/126764/125267
    É la gente che manca quasi che nel presunto fotogramma fosse stato "incollato" Periti con la pistola alzata.
    Il mio vuole essere un aiuto alla ricerca della verità'.
    Grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Dylan, grazie! Di sicuro le due scene sono completamente discordanti.

      Elimina
  47. TANKER ENEMY - CAMPAGNA AEREA DI SENSIBILIZZAZIONE AL FENOMENO DELLA GEOINGEGNERIA CLANDESTINA - RACCOLTA FONDI

    Contribuisci anche tu con una piccola donazione. Sìì parte attiva nella lotta contro la guerra climatica. Sensibilizza l'opinione pubblica con azioni forti, spettacolari e di notevole impatto!

    Lo striscione sorvolerà la capitale (Roma): intero giro del raccordo anulare nelle ore di punta, (fascia oraria 8:30/10:30), ponte milvio (stadio olimpico), lungo tevere, corso francia e rientro, per un totale di ore 2 (DUE) di volo.

    TOTALE SERVIZIO € 890,00 oltre IVA di legge (1.068,00 euro).

    Per informazioni su come contribuire, scrivi a: tanker.enemy [at] gmail.com

    Fai girare questo banner.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' possibile eseguire un versamento con Paypal da questa pagina.

      Elimina
  48. che merda di mondo è il nostro... che tristezza... non ho parole. Qualunque cosa direi ora sarebbe inutile perchè io mi sento inutile. Inutile davati a questo. Non ho il potere di cambiare il mondo. Mi arrendo...SONO PIU' FORTI LORO

    RispondiElimina
  49. Per Tutti: In una vera 'False Flag' esiste un misto della realtà con le vittime reale... altri che non sono informati di nulla... e quelli che sono parte di tutto. Cosi, invece di attaccare e minacciare, quelli che sono in questa categoria, perchè non rifletti su i fatti e i contradizzioni portati avanti qui e raggiungervi con una mente aperta cos'è la Realtà Vera di tutto ciò che ha successo. Sei non siete ben informati su il pratico di 'False Flag' fate una ricerca profonda a livelli internazionali e troverete che sia la FBI sia CIA non solo stati presi nel loro giochi ma hanno anche ammesso essere i gestori dei 90%+ dei atti del terrorismo nel USA. Funziona cosi in tutto il mondo e l'effetto a livello della psicologia sulla Gente è ben preciso per raggiungere gli obbiettivi della Nuova Ordine Mondiale seguendo ora ormai ONU (Nazioni Uniti) Agenda 21... Il Gruppo Bilderberg... Illuminati come Rockefeller, Rothschild e gli altri 4 infamosi... la Massoneria in particolare gradi 30° al 33° e suoi capi. Il 'False Flag' è una realtà e una pratica ben usato tra la storia. Ad esempion nel USA: Pearl Harbor, Golfo di Tonkin attacco navale / Vietnam, Gemelli Torre / Guerra contro Terrorismo, e altri compresa, quasi di sicurissimo secondo alla intelligenza disponibile a alti livelli > Maratona del Boston, ecc. Ma non è una strategia Americana siccome Italia è stato partecipante in diversi. Cosi, è intelligente in questi tempi prima guardare se tutto cià è reale con la speranza che è, ma quando le cose non quadra? Vai nella profondità capire il 'Perchè' altrimenti una non è sola inutile al livello della difesa della Gente, ma sono anche inutile a loro stessi. 'Uomo' è stato inventato nel cervello tanto tempo fa attraverso il genicidio, brucciando vivi, crocefissione, manicomi con lobotomie forzate, e la famosa esorcismo. Dopo attraverso indottrinamento 'uomo' è stato mantenuto in una gabbia del pensiero molto limitato e comodo per i poteri occulti che sono ormai adesso in controllo dei governi più forte nel mondo. Una può svegliare alla Realtà o andare avanti in una mente chiusa fine al momento in quale la Verità arriva faccia a faccia e è ormai troppo tardi per loro salavare sia loro stessi sia loro cari. Ogni uno/a ha il diritto prendere loro decisione, ma solo un ignorante pensa ha il diritto prendere questa decisione per le persone più informati e più svegli in questo mondo. Cosi, smetti le minaccie per sentire giusto o un supereroe. Perchè la violenza mostra solo la debolezza umana e le minaccie vanno registrati e se per incedente qualcosa succede alla persona minacciato? Siete i primi essere presi come colpevoli. Esiste ormai una regolamento nella giustizia, anche se non scritto o se è sbagliato che va cosi come: Colpevole fine a puoi mostrare 100%+ l'innocenza. Sai, è difficile oggi come oggi mostrare l'innocenza. In chiusura del commento: Anna Granata > non è mai troppo tardi vincere pacificamente e con intelligenza, logica e saggezza la Libertà della Vita che è il diritto di ogni una/o :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Gregg, quello che scrivi è corrispondente al vero e certi loschi individui lo sanno bene. Per questo ci attaccano. Essi fanno parte integrante del sistema e dal sistema sono foraggiati e protetti. Sono i cani da guardia del regime e pensano di rimetterci in riga con le minacce e gli insulti, ma si sbagliano. Con noi non attacca.

      Elimina
    2. Ciao. So.Ma qualche volte a me piace dare loro un senso falso di essere furbi :-)

      Elimina
    3. Poi si svegliano tutti sudati.

      Elimina
  50. Tutte le foto che ritraggono gli eventi (fasulli) del 28 aprile 2013, sotto Palazzo Chigi, mostrano i dati exif cancellati totalmente. Cosa che non è accaduta per le foto, della stessa giornata, che riprendono il Governo durante il suo insediamento. Forse perché gli orari non corrisponderebbero?

    RispondiElimina
  51. Tutto è possibile. Ma anche tutto non è possibile :-) Non ho visto niente di più, forse perché non sono appassionato sulla propaganda del mass media, del generale? Sembra che la notizia sarà sempre avanti e costante = ? di lui. Strana che fanno questo articolo che hai già notato senza ulteriore dettagi come nome... se non è che i parenti non sono stati già informati. Il generale era andando in pensione per caso? Una cosa di sicuro è > esiste una generale nel ospedale con un bucco da una palotola o non esiste una generale nel oespedale = ? In fine, le foto e video mostrano abbastanza chiaro e senza dubbi che esiste ALTA POTENZIALITA' SENZA DUBBI di una 'FALSE FLAG' anche se hanno sparato lui fare sembrare reale dopo...come sembra con il fratello più grande nel Boston che hanno come Bin Laden fatto sparire in modi non solo strani, ma neanche secondo alle procedure e no solo. E nostro uomo che dicono ha sparato? Dove è lui?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In clinica, caso vuole, il giorno del ricovero di Giangrande, esce la notizia che un paziente mieloleso muore senza alcun preavviso.

      Il decesso del paziente mieloleso serviva per far uscire Giangrande dall'ospedale. Ora, nella stanza di Giangrande, c'è quel paziente, che in realtà non è mai deceduto.

      Elimina
  52. Ciao,
    Grazie per update. Ero pensando altro giorno dove è "Giangrande"? Siccome non ho visto niente di più io...
    Saluti.
    Gregg

    RispondiElimina

ATTENZIONE! I commenti sono sottoposti a moderazione prima della loro eventuale pubblicazione.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...