giovedì, marzo 29, 2007

Il Rapporto 41: FUSIONE FREDDA

Forse la scoperta che avrebbe rivoluzionato il mondo! Noi non possiamo avere energia a costo zero e con impatto ambientale zero, fino a quando non ci libereremo dalla schiavitù delle Multinazionali.

http://www.disinformazione.it
http://www.rainews24.it
http://www.sciechimiche.org
http://www.guardabassi.it sez. downloads


Il Rapporto 41: FUSIONE FREDDA 1pt




Il Rapporto 41: FUSIONE FREDDA 2pt

mercoledì, marzo 28, 2007

Mercoledì 11 Aprile 2006 Convegno Chemtrails a Vigonovo

Qualcuno ha deciso di usare il cielo per esperimenti segreti. Conosciamo la tossicità relativa delle sostanze (anzitutto metalli pesanti) che sono state dichiaratamente irrorate. Sappiamo che le operazioni di aerosol sono operative sin dalla metà degli anni '90 ed ora stiamo iniziando a vedere la "ricaduta" di queste irrorazioni. A quale prezzo le piante, gli animali, gli uomini del mondo devono sopportare tutto questo?

Il pilota Fausto Fanin, lo speaker di Radio Gamma 5 Alberto Parise, Giuseppe Zamparo di "Salute & Ambiente" e, in videoconferenza da Sanremo, l'amministratore del forum www.sciechimiche.org Rosario Marcianò, risponderanno alle vostre domande dopo la proiezione di alcuni filmati.

CONVEGNO SULLE SCIE CHIMICHE

Che cosa sono le scie chimiche

A Vigonovo - Sala Polivalente Municipale via Veneto, 2 - 30030 Vigonovo (Ve) (nel cortile dietro al comune)

Mercoledì 11 Aprile 2006
Ore 21,00


Salute & Ambiente presenta:

Scie Chimiche cause ed effetti


INGRESSO LIBERO

Per informazioni: Salute & Ambiente Tel. 331/2092681

martedì, marzo 27, 2007

Lettera aperta alla Team Community RAI

Ringrazio la Team Community per aver sospeso me, perché "ho nominato il nome di Mercalli invano" in una discussione di "Linea Blu", anziché c a z z i a r e i debunkers al soldo degli avvelenatori.

Miei cari amministratori... mio caro Tozzi, mia cara Gabanelli (antesignana della censura RAI) e tutti voi della redazione, voglio augurarvi di non essere i prossimi a dover subire esperimenti di vario genere, come i seguenti riportati. In ogni caso VOI, con i vostri metodi DI PARTE ed in puro stile Nord Coreano, siete RESPONSABILI di quanto accade e di quanto accadrà. Appoggiare PALESEMENTE coloro che diffamano, ingiuriano, deridono gli attivisti che si adoperano contro le operazioni di aerosol nonché censurare la voce della verità, è atto irresponsabile e deprecabile, sia moralmente sia professionalmente. La storia ve ne chiederà conto.



Aggiornamento...



Dopo quello che ho scritto, rientrando dopo il periodo di sospensione, sono stato finalmente "bannato". Sono sospeso sino al 31 dicembre 1969. Ridicoli. La Team Community ha così deciso di mostrare a tutti da quale parte si è schierata: dalla parte degli avvelenatori.



A History of Secret Human Experimentation

1900: A U.S. doctor doing research in the Philippines infected of number of prisoners with the Plague. He continued his research by inducing Beriberi in another 29 prisoners. The experiments resulted in two known fatalities.

1915: A doctor in Mississippi produced Pellagra in twelve white Mississippi inmates in an attempt to discover a cure for the disease.

1931: Dr. Cornelius Rhoads, under the auspices of the Rockefeller Institute for Medical Investigations, infects human subjects with cancer cells. He later goes on to establish the U.S. Army Biological Warfare facilities in Maryland, Utah, and Panama, and is named to the U.S. Atomic Energy Commission. While there, he begins a series of radiation exposure experiments on American soldiers and civilian hospital patients.

1932: The Tuskegee Syphilis Study begins. 200 black men diagnosed with syphilis are never told of their illness, are denied treatment, and instead are used as human guinea pigs in order to follow the progression and symptoms of the disease. They all subsequently die from syphilis, their families never told that they could have been treated.

1935: The Pellagra Incident. After millions of individuals die from Pellagra over a span of two decades, the U.S. Public Health Service finally acts to stem the disease. The director of the agency admits it had known for at least 20 years that Pellagra is caused by a niacin deficiency but failed to act since most of the deaths occurred within poverty-stricken black populations.

1940's: The U.S. government injected 12 human guinea pigs with uranium and plutonium without their knowledge as part of a Cold War-era radiation experiment. The 12 victims were injected during the 1940s -- 11 with plutonium, and one with uranium -- to see how the human body would react to an atomic bombing. The tests sprang from efforts to develop atomic weapons. At the time, scientists claimed that the people were terminally ill anyway and would not survive 10 years. But a number of them lived longer, and the plutonium is said to have caused urinary tract infections and painful osteoporosis, or thinning of the bones.

1940's: In an exceptionally large study at Vanderbilt University in the 1940s, approximately 820 poor, pregnant Caucasian women were administered tracer doses of radioactive iron. Vanderbilt worked with the Tennessee State Department of Health, and the research was partly funded by the Public Health Service. Today, most women take iron supplements during pregnancy. This experiment provided the scientific data needed to determine the nutritional requirements for iron during pregnancy

1940: Four hundred prisoners in Chicago are infected with Malaria in order to study the effects of new and experimental drugs to combat the disease. Nazi doctors later on trial at Nuremberg cite this American study to defend their own actions during the Holocaust.

1942: Chemical Warfare Services begins mustard gas experiments on approximately 4,000 servicemen. The experiments continue until 1945 and made use of Seventh Day Adventists who chose to become human guinea pigs rather than serve on active duty.

1943: In response to Japan's full-scale germ warfare program, the U.S. begins research on biological weapons at Fort Detrick, MD.

1944: U.S. Navy uses human subjects to test gas masks and clothing. Individuals were locked in a gas chamber and exposed to mustard gas and lewisite.

1945: Project Paperclip is initiated. The U.S. State Department, Army intelligence, and the CIA recruit Nazi scientists and offer them immunity and secret identities in exchange for work on top secret government projects in the United States.

1945: The Manhattan Project Program F; is implemented by the U.S. Atomic Energy Commission (AEC). This is the most extensive U.S. study of the health effects of fluoride, which was the key chemical component in atomic bomb production. One of the most toxic chemicals known to man, fluoride, it is found, causes marked adverse effects to the central nervous system but much of the information is squelched in the name of national security because of fear that lawsuits would undermine full-scale production of atomic bombs.

1946: Patients in VA hospitals are used as guinea pigs for medical experiments. In order to allay suspicions, the order is given to change the word experiments to investigations or observations whenever reporting a medical study performed in one of the nation's veteran's hospitals.

1947: Colonel E.E. Kirkpatrick of the U.S. Atomic Energy Commission issues a secret document (Document 07075001, January 8, 1947) stating that the agency will begin administering intravenous doses of radioactive substances to human subjects.

1947: The CIA begins its study of LSD as a potential weapon for use by American intelligence. Human subjects (both civilian and military) are used with and without their knowledge.

1950: Department of Defense begins plans to detonate nuclear weapons in desert areas and monitor downwind residents for medical problems and mortality rates.

1950: In an experiment to determine how susceptible an American city would be to biological attack, the U.S. Navy sprays a cloud of bacteria from ships over San Francisco. Monitoring devices are situated throughout the city in order to test the extent of infection. Many residents become ill with pneumonia-like symptoms.

1951: Department of Defense begins open air tests using disease-producing bacteria and viruses. Tests last through 1969 and there is concern that people in the surrounding areas have been exposed.

1953: U.S. military releases clouds of zinc cadmium sulfide gas over Winnipeg, St. Louis, Minneapolis, Fort Wayne, the Monocracy River Valley in Maryland, and Leesburg, Virginia. Their intent is to determine how efficiently they could disperse chemical agents.

1953: Joint Army-Navy-CIA experiments are conducted in which tens of thousands of people in New York and San Francisco are exposed to the airborne germs Serratia marcescens and Bacillus glogigii.

In 1953, an odious series of 36 tests was conducted on citizens of Winnipeg in Canada. Our government lied to the Winnipeg mayor, assuring him that the tests were non-toxic and defense-necessary. The actual purpose of these CIA-designed tests was to see how large a percentage of the population could be given chemical-induced cancer.

1953: CIA initiates Project MKULTRA. This is an eleven year research program designed to produce and test drugs and biological agents that would be used for mind control and behavior modification. Six of the subprojects involved testing the agents on unwitting human beings.

1955: The CIA, in an experiment to test its ability to infect human populations with biological agents, releases a bacteria withdrawn from the Army's biological warfare arsenal over Tampa Bay, Fl.

1955: Army Chemical Corps continues LSD research, studying its potential use as a chemical incapacitating agent. More than 1,000 Americans participate in the tests, which continue until 1958.

1956: U.S. military releases mosquitoes infected with Yellow Fever over Savannah, Ga and Avon Park, Fl. Following each test, Army agents posing as public health officials test victims for effects.

1958: LSD is tested on 95 volunteers at the Army's Chemical Warfare Laboratories for its effect on intelligence. 1960's: The Governments well kept secret Project Shad. Classified tests of Project Shad, show how the Marine jets came screaming out of the night off a remote Pacific atoll, spraying a 100-mile-long aerosol cloud over five tugboats. Then the men started getting sick.

1960: The Army Assistant Chief-of-Staff for Intelligence (ACSI) authorizes field testing of LSD in Europe and the Far East. Testing of the european population is code named Project THIRD CHANCE; testing of the Asian population is code named Project DERBY HAT.

1965: Project CIA and Department of Defense begin Project MKSEARCH, a program to develop a capability to manipulate human behavior through the use of mind-altering drugs.

1965: Prisoners at the Holmesburg State Prison in Philadelphia are subjected to dioxin, the highly toxic chemical component of Agent Orange used in Viet Nam. The men are later studied for development of cancer, which indicates that Agent Orange had been a suspected carcinogen all along.

1966: CIA initiates Project MKOFTEN, a program to test the toxicological effects of certain drugs on humans and animals.

1966: U.S. Army dispenses Bacillus subtilis variant niger throughout the New York City subway system. More than a million civilians are exposed when army scientists drop lightbulbs filled with the bacteria onto ventilation grates.

1967: CIA and Department of Defense implement Project MKNAOMI, successor to MKULTRA and designed to maintain, stockpile and test biological and chemical weapons.

1968: CIA experiments with the possibility of poisoning drinking water by injecting chemicals into the water supply of the FDA in Washington, D.C.

1969: On June 9, 1969, Dr. D.M. McArtor, then Deputy Director of Research and Technology for the Department of Defense, appeared before the House Subcommittee on Appropriations to request funding for a project to produce a synthetic biological agent for which humans have not yet acquired a natural immunity. Dr. McArtor asked for $10 million dollars to produce this agent over the next 5-10 years. The Congressional Record reveals that according to the plan for the development of this germ agent, the most important characteristic of the new disease would be "that it might be refractory [resistant] to the immunological and therapeutic processes upon which we depend to maintain our relative freedom from infectious disease". AIDS first appeared as a public health risk ten years later.

1960 and 1970 Altogether, there were 103 tests scheduled between 1960 and 1970, but so far the Pentagon has only confirmed 12 took place. Three of the tests used live nerve agents, one used a live biological agent and one used a stimulant that, while considered harmless at the time, has since been found to be hazardous.

1970: Funding for the synthetic biological agent is obtained under H.R. 15090. The project, under the supervision of the CIA, is carried out by the Special Operations Division at Fort Detrick, the army's top secret biological weapons facility. Speculation is raised that molecular biology techniques are used to produce AIDS-like retroviruses.

1970: United States intensifies its development of ethnic weapons (Military Review, Nov. 1970), designed to selectively target and eliminate specific ethnic groups who are susceptible due to genetic differences and variations in DNA.

1975: The virus section of Fort Detrick's Center for Biological Warfare Research is renamed the Fredrick Cancer Research Facilities and placed under the supervision of the National Cancer Institute (NCI). It is here that a special virus cancer program is initiated by the U.S. Navy, purportedly to develop cancer-causing viruses. It is also here that retrovirologists isolate a virus to which no immunity exists. It is later named HTLV (Human T-cell Leukemia Virus).

Congressional hearings of 1975, 1977 and 1994 confirm in nauseating detail that our illustrious Department of Death has used the American population as hapless guinea pigs since WWII. Rutgers professor Leonard Cole collected from U.S. military records a horrifying list of biological and chemical agents furtively tested on American and Canadian civilian populations.

1977: Senate hearings on Health and Scientific Research confirm that 239 populated areas had been contaminated with biological agents between 1949 and 1969. Some of the areas included San Francisco, Washington, D.C., Key West, Panama City, Minneapolis, and St. Louis.

1978: Experimental Hepatitis B vaccine trials, conducted by the CDC, begin in New York, Los Angeles and San Francisco. Ads for research subjects specifically ask for promiscuous homosexual men.

1981: First cases of AIDS are confirmed in homosexual men in New York, Los Angeles and San Francisco, triggering speculation that AIDS may have been introduced via the Hepatitis B vaccine

1985: According to the journal Science (227:173-177), HTLV and VISNA, a fatal sheep virus, are very similar, indicating a close taxonomic and evolutionary relationship.

1986: According to the Proceedings of the National Academy of Sciences (83:4007-4011), HIV and VISNA are highly similar and share all structural elements, except for a small segment which is nearly identical to HTLV. This leads to speculation that HTLV and VISNA may have been linked to produce a new retrovirus to which no natural immunity exists.

1986: A report to Congress reveals that the U.S. Government's current generation of biological agents includes: modified viruses, naturally occurring toxins, and agents that are altered through genetic engineering to change immunological character and prevent treatment by all existing vaccines.

1987: Department of Defense admits that, despite a treaty banning research and development of biological agents, it continues to operate research facilities at 127 facilities and universities around the nation.

1990: More than 1500 six-month old black and hispanic babies in Los Angeles are given an experimental measles vaccine that had never been licensed for use in the United States. CDC later admits that parents were never informed that the vaccine being injected to their children was experimental.

1994: With a technique called gene tracking, Dr. Garth Nicolson at the MD Anderson Cancer Center in Houston, TX discovers that many returning Desert Storm veterans are infected with an altered strain of Mycoplasma incognitus, a microbe commonly used in the production of biological weapons. Incorporated into its molecular structure is 40 percent of the HIV protein coat, indicating that it had been man-made.

1994, U.S. military aircraft began dropping a gel substance on the tiny town of Oakville near the Pacific coast. Everybody in town came down with flu and pneumonia-like symptoms. Some people were hospitalized and remained ill for months. Pets and barnyard animals died. The gel material was tested by a number of government and private labs which found human blood cells and nasty bacteria, including a modified version of pseudonomas fluorescens, cited in over 160 military papers as an experimental biowarfare bacteria.

1994, Dr. Cole testified before a Senate committee that he feared the military might develop new and genetically engineered pathogens. He could not have known then that our government had been working on such heinous pathogens since the 1960s, when it initiated a special virus cancer program in order to create contagious cancers for biowarfare.

1994: Senator John D. Rockefeller issues a report revealing that for at least 50 years the Department of Defense has used hundreds of thousands of military personnel in human experiments and for intentional exposure to dangerous substances. Materials included mustard and nerve gas, ionizing radiation, psychochemicals, hallucinogens, and drugs used during the Gulf War .

By 1996, Dr. Leonard Horowitz confirmed in his book Emerging Viruses that both AIDS and the Marburg-Ebola complex were man-made monstrosities hatched out of America's biowarfare labs.

1995: U.S. Government admits that it had offered Japanese war criminals and scientists who had performed human medical experiments salaries and immunity from prosecution in exchange for data on biological warfare research.

1995: Dr. Garth Nicolson, uncovers evidence that the biological agents used during the Gulf War had been manufactured in Houston, TX and Boca Raton, Fl and tested on prisoners in the Texas Department of Corrections.

1996: Department of Defense admits that Desert Storm soldiers were exposed to chemical agents.

1997: Eighty-eight members of Congress sign a letter demanding an investigation into bioweapons use Gulf War Syndrome.

1997: Medical journalist Ermina Cassani reported 29 biological “drops” in the state of Utah. HAZMAT teams in biochemical hazard gear cleaned up the feces with chlorine. Utah is home to the infamous Dugway Proving Grounds, a chemical-biological test center where hundreds of former workers have contracted Gulf-War like symptoms, according to a 1997 testimony before a government committee.

1999: Ermina Cassani has investigated nation-wide reports of such biological waste being dropped on neighborhoods from low-flying planes. Cassani investigated over 30 different yuk drops during the years 1998 and 1999. In 1998, she obtained a sample that looked like dried blood from a Michigan house. Examining this material, a University of Michigan lab found pseudonomas fluorescens, the same bug used on Oakville. It can cause horrible human infections including fatal shock, and because of its glowing properties, it allows the military to track its path.

In 1999, Jonathan Moreno of Clinton's Committee on Human Radiation Experiments, also confirmed in his book Undue Risk decades of murderous military-intelligence experimentation on civilians without their knowledge or consent.

2001: Captain Joyce Riley stood before a group of government officials last year in Louisiana where the military was determined to conduct open air germ tests, against the vociferous will of the people. She boldly told them that the only acts of terrorism ever conducted on American soil have been perpetrated by our own government. Never were truer words spoken!


Also see:
http://www.pbs.org/wgbh/amex/weapon/index.html
http://www.rense.com/general36/history.htm
http://www.totse.com/en/conspiracy/institutional_analysis/index.html
http://www.researchprotection.org/

domenica, marzo 25, 2007

L'educazione spartana (articolo di Zret)

La fanciulla scarna, tenendo per la corda al pascolo la vaccherella magra stecchita, guardava innanzi e si chinava in fretta a rubarle, per cibo della famiglia, qualche erba di cui la fame aveva insegnato che anche gli uomini potevan vivere (A. Manzoni, I promessi sposi).

È noto che l’educazione spartana era molto rigida: i bambini, sottratti ai genitori, erano addestrati per conto dello stato e sottoposti ad una disciplina assai dura. L’educazione comprendeva attività volte a temprare il corpo ed ad ingagliardire la capacità di resistere in condizioni critiche: esisteva, per esempio, il cimento della kryptèia, con cui si mandava il giovane futuro òmoios in territorio ilota per una settimana, senza viveri, affinché imparasse a sopravvivere in terra nemica. Talora l’educazione assumeva forme cruente, come quando gli adolescenti dovevano rubare del formaggio dall’altare della dea Artemide Ortia, sotto le vibranti scudisciate dei coetanei. Questa cerimonia è presumibilmente la reminiscenza di un rito di passaggio.

Dormire sulla nuda terra sia d’estate sia d’inverno, adeguarsi ad una vita assai frugale, consumare i pasti in comune (i sissizi), imparare a maneggiare la lancia e la spada: erano questi i capisaldi di una paideia che, pur comprendendo anche la musica ed i grammata, ossia il saper leggere e scrivere, era incentrata sulle abilità militari (areté). Senza dubbio tale sistema educativo si confaceva alle esigenze di una pòlis militarista, la cui politica, però, fu improntata all’autoconservazione e non all’espansionismo.

Oggi non esistono più maestri inflessibili come i pedonomi, i magistrati lacedemoni che dirigevano l'educazione pubblica degli adolescenti, usi ad affrontare strettezze e difficoltà di ogni tipo. Oggi la società occidentale, dalla famiglia alla scuola, ha creato, pur con qualche eccezione, generazioni di giovani slombati e talora viziati. Conosco molti adolescenti dalle molteplici qualità, ma letteralmente incapaci di tollerare, non dico il freddo pungente oppure il caldo torrido, ma un refolo o una temperatura di poco superiore al normale.

Quando hanno sete, questi ragazzi inseriscono le monete nel distributore automatico, si acquistano una bottiglia d’acqua di cui bevono solo una parte del contenuto, poiché, quando l’acqua si intiepidisce appena, non è più gradevole. Ecco allora le bottiglie semipiene abbandonate, gettate nei cestini: con quell’acqua si potrebbe dissetare qualche passerotto o un fiore che languisce in un vaso dimenticato in un angolo. Per questi adolescenti è tutto scontato e normale: pigiare un pulsante ed accendere la luce, gustare un piatto di pasta condita, scorrazzare con il ciclomotore.


Ignari di quanto queste comodità possano essere precarie, se un’apprensione li attanaglia, è quella riguardante il rischio di perdersi, per un imprevisto, il seguito di Tre metri sopra il cielo. Avvezzi a sprecare tutto, a bighellonare, restano indifferenti come, d’altronde, molti adulti, ai pericoli spesso invisibili, ma insidiosi che minacciano la salute. Quante volte sono stati avvertiti che le onde elettromagnetiche dei cellulari sono dannose, eppure tengono quei marchingegni diabolici (nel vero senso del termine) sempre accesi ed a contatto del corpo. Alcuni dormono per giunta con il cellulare lasciato acceso sotto il cuscino! Quante volte sono stati avvertiti che, durante le giornate di disseminazione chimico-biologica, è preferibile non uscire, per evitare di essere direttamente irrorati. Nonostante ciò, seguitano ad uscire e trascorrono molte ore all’aperto, mentre sulla loro verticale si disegnano scie sfrangiate, da cui ricade ogni sorta di veleno. Lo ammetto: non uscire è solo una precauzione, non una panacea, ma è meglio di niente. Comprendo pure che tutto ciò significa cambiare le proprie abitudini, ma bisogna sapersi adattare. Gli animali domestici evitano anche solo di uscire sul poggiolo, grazie al loro istinto di autoconservazione, quando incrociano gli aerei della morte.

Non sarà il caso di cominciare a concepire che questo benessere potrebbe non durare? Non sarà opportuno considerare con oggettività gli scenari del mondo attuale, per correre ai ripari, prima che sia troppo tardi? Cerchiamo di prepararci in modo adeguato ai cambiamenti futuri: la situazione potrebbe degenerare anche domani stesso. Forse avremo una chance in più, allorché la lava principierà a dilagare, se agiremo come la formica che fa provviste, mentre la cicala ozia al sole.

Freccia (anche un missile?) prevista vien più lenta, ci insegna Dante Alighieri.

domenica, marzo 18, 2007

Forse non lo sapete, ma...

Quando ho scritto "la struttura degli Illuminati", avevo sottolineato come non vi fossero prove a sostegno dell'organigramma che ho commentato. Nelle mie indagini, però mi sono imbattuto in alcune "coincidenze" (in senso ironico chiaramente) che supportano le tesi del precedente articolo (di cui questo costituisce parte integrante).

Forse non lo sapete, ma
l'Inghilterra è proprietà esclusiva del Vaticano!

Forse non lo sapete, ma il Papa può abolire qualsiasi legge negli USA (Elementi della legge ecclesiastica, Sebastian Bach Smith 1877, vol 1, 53-54)

Forse non lo sapete, ma il Papa rivendica il possesso dell'intero pianeta grazie alle leggi di conquista e scoperta e ha ordinato il genocidio di milioni di persone (Bolle papali del 1455 e 1493)

Forse non lo sapete, ma le leggi del Papa sono obbligatorie per tutti (Bened. XIV., De Syn. Dioec, lib, ix., c. vii., n. 4. Prati, 1844)

Questo piccolo elenco di fatti, mostra come il Vaticano sia molto più implicato negli affari degli illuminati (probabilmente guidandoli) di quanto non riesca a trapelare. In particolare, il fatto che possegga l'intera inghilterra ci può far aggiungere senza troppi dubbi la "casa inglese" all'elenco delle famiglie fornito da Svali. Dunque
QUESTO dovrebbe essere il nuovo organigramma: aggiungo solo che ritengo corretta la posizione in cui ho sistemato la casa inglese, in quanto da essa dipende quella americana (da cui ufficialmente non dipende più dopo la dichiarazione d'indipendenza). Ulteriore elemento di sicurezza, è che la sua posizione decisamente influente nel disegno, concorda con le teorie di Icke secondo cui nelle linee di sangue degli Illuminati la famiglia reale inglese gioca un ruolo chiave. Chiaramente se avete dubbi in merito, sono bene accetti.

Ed ora vi saluto tutti, uomini liberi della terra
Vostro

martedì, marzo 13, 2007

Scie chimiche o scie biologiche? (di Zret & Straker)



Dopo aver raccolto l’acqua piovana (in un bicchiere di plastica sterile e facendo attenzione che il liquido fosse di diretta provenienza meteorica), approfittando di qualche rara precipitazione in Liguria, l’abbiamo subito travasata, con tutte le accortezze del caso, in una provetta anch'essa sterile, di quelle che si usano per le analisi. Nell’acqua si notavano dei piccolissimi granelli luccicanti (quarzo? Silicio?). Con il passare del tempo, però, al loro posto si sono potuti osservare filamenti e piccoli grumi che prima non c'erano. Il tutto è avvenuto, avendo lasciato la provetta chiusa nella sua confezione ed in luogo fresco e lontano comunque da luce diretta sia naturale sia artificiale.

In pratica l’acqua della provetta sembra diventata una coltura di microorganismi. Tale supposizione è stata confermata dall’analisi al microscopio: infatti, con nostro grande stupore abbiamo rilevato quelli che sembrano parassiti, forse Nematodi, invertebrati vermiformi acquatici (i Nematodi vivono sia nell’acqua del mare sia nelle acque dolci) e terrestri a diffusione cosmopolita.

Il phylum Nematoda (dal greco: nema = filo; eidos = forma) è costituito da circa 90.000 specie di animali triblastici, pseudocelomati, a simmetria bilaterale. I Nematodi sono chiamati anche vermi cilindrici, perché presentano un corpo cilindrico a sezione trasversale circolare, differendo così dai platelminti (o vermi piatti) che mostrano uno schiacciamento dorso-ventrale.

Il phylum comprende sia specie conducenti vita libera sia parassiti.

Le specie libere sono numerose nei terreni umidi, nei sedimenti dei fondali acquatici e nelle sorgenti termali. Le specie terricole vivono negli strati superficiali dove si nutrono di materia organica morta. La loro attività è molto importante per la miscelazione e l'aerazione del terreno. Alcune specie libere sono erbivore e si cibano di funghi, batteri, alghe e piante. Altre specie sono, invece, carnivore e si nutrono di microrganismi, piccoli invertebrati e di altri nematodi, compresi individui della stessa specie (cannibalismo).

I nematodi parassiti infestano un gran numero di piante e di animali. Alcuni parassiti sono dotati di un apparato boccale, provvisto di stiletti, atto alla perforazione delle pareti cellulari delle radici delle piante, in modo da potersi alimentare dei succhi vegetali. La loro attività è causa della perdita di numerosi raccolti. Altri nematodi vivono sulla superficie di organismi acquatici e molti riescono ad infestare i vertebrati terrestri, compreso l'uomo, insinuandosi nel sistema digerente, in quello circolatorio o incistandosi nell'apparato muscolare.

Ai Nematodi appartengono anche parassiti umani, quali la temibile trichinella (come quella ripresa al microscopio), la filaria, l’ascaris dei bambini, la wuchereria e l’ancylostoma dei minatori.

La trichinella spiralis è lunga pochi millimetri, di color bianco e filiforme in grado di infestare tutti i mammiferi, soprattutto i carnivori - onnivori (volpe, cinghiale, cane, gatto, suino, uomo).

L’infestazione avviene mediante l’ingestione della carne contaminata dalle sue larve. Queste ultime vengono liberate nell’intestino tenue, subito dopo la loro digestione. In breve tempo, si sviluppano fino a diventare vermi adulti che, nello spazio di alcune settimane, generano moltissime piccole larve che attraversano la parete intestinale e raggiungono nel sangue la muscolatura, dove si insediano e si avvolgono in una capsula molto resistente. Qui possono sopravvivere per oltre un anno anche in condizioni ambientali difficili (gelo, putrefazione). I muscoli prediletti sono quelli del diaframma, della lingua, della laringe e quelli intercostali. Il ciclo inizia nuovamente, non appena la carne infestata viene di nuovo ingerita da un animale o dall’uomo. Il cinghiale riveste particolare importanza quale anello di congiunzione tra il ciclo silvestre della trichinellosi e l’uomo, in quanto si tratta di un animale onnivoro le cui carni vengono destinate all’alimentazione.

La malattia che si riscontra nell’uomo si chiama trichinosi ed è caratterizzata da dissenteria, dolori muscolari, debolezza, sudorazione, edemi alle labbra, fotofobia e febbre. A seconda del tasso di infestazione, il decorso della patologia può essere anche molto grave e con esito mortale.

La trichinosi dovuta al consumo di carne di cinghiale, si previene osservando le seguenti misure igienico-sanitarie: tutti gli animali uccisi e destinati all’alimentazione vanno sottoposti all’ispezione delle carni per opera dell’ispettore veterinario e sottoposti ad un’analisi di laboratorio per determinare l’eventuale presenza delle larve del parassita (trichinoscopia). A tale scopo, deve essere prelevato l’intero diaframma, avendo cura di asportare tutte le parti muscolari. Le carni, che risultano positive all’analisi, non possono essere destinate a scopi alimentari e devono essere distrutte. La carne del cinghiale deve essere consumata preferibilmente ben cotta, in modo che le eventuali larve presenti siano uccise dal calore.

Non risultano, stando ai risultati epidemiologici attuali, focolai di trichinella in Liguria, ma il parassita pare essere incredibilmente presente nell’acqua di precipitazione, così come nella neve caduta copiosa in Colorado ed in altri stati della Federazione statunitense: infatti, le analisi al microscopio mostrano parassiti (larve?) e filamenti di polimeri di vario colore (fucsia, azzurri, bianchi…). Si tratta di materiale polimerico e biologico, la cui massiccia presenza nei fiocchi di neve è, per lo meno, inquietante. Si ricordi che, in concomitanza con l’ondata di gelo che ha colpito, nei mesi scorsi, varie regioni degli Stati Uniti, sono stati fotografati e ripresi, attraverso gli squarci fra le nuvole, numerosissimi aerei chimici impegnati, more solito, nello spargimento di veleni di varia natura.

Per mezzo delle analisi eseguite al microscopio, sono stati anche individuati, presumibilmente, dei rotiferi. I Rotiferi sono organismi di piccolissime dimensioni, ma con una morfologia ed una organizzazione interna molto complesse. Essi sono frequenti in tutte le raccolte d'acqua, persino in quelle che ristagnano nelle grondaie.

Sempre a proposito delle precipitazioni, bisogna ricordare il drammatico resoconto di una donna affetta da Morgellons. Ella ricorda di aver avvertito i primi sintomi della micidiale malattia, dopo essere, un giorno, uscita senza ombrello sotto una pioggia sporca che le bagnò la testa e le braccia. La paziente afferma che, dopo aver tentato invano numerose terapie, ha trovato un notevole giovamento grazie all’’impiego dello zapper.

Infine ci chiediamo se, sulla base di questi e di altri dati e testimonianze, la dicitura “scie chimiche” sia ancora appropriata: non sarà il caso di definirle “scie chimico-biologiche”? A prescindere comunque dalla questione terminologica, in verità oziosa, sempre più è acclarato che l'operazione di aerosol è un’arma micidiale usata contro la biosfera e contro chi la popola: uomini, animali e piante.

Fonti:

http://loveforgifting.com/
Scienze naturali, Milano, 2005, s.v. Nematodi e Rotiferi.

Si ringraziano Avatar e Foster per la loro preziosa consulenza.

lunedì, marzo 12, 2007

The Great Global Warming Swindle

"Are you green? How many flights have you taken in the last year? Feeling guilty about all those unnecessary car journeys? Well, maybe there's no need to feel bad. According to a group of scientists brought together by documentary-maker Martin Durkin, if the planet is heating up, it isn't your fault and there's nothing you can do about it. We've almost begun to take it for granted that climate change is a man-made phenomenon. But just as the environmental lobby think they've got our attention, a group of naysayers have emerged to slay the whole premise of global warming".



La storia delle concentrazioni di anidride carbonica, sostenuto dall'IPCC come giustificazione per la riduzione dei gas serra, è una frode. Una ricerca del professore tedesco Ernst-Georg Beck della Merian-Schule di Friburgo, mostra come l'IPCC abbia costruito ed inventato di sana pianta l'andamento di CO2 precedente al 1957 basandosi su misurazioni di campioni di ghiaccio (carotaggi) eseguiti solo recentemente, ignorando più di 90.000 prelievi compiuti attraverso metodi chimici dal 1857 al 1957. La storia inventata dall'IPCC cerca di provare che le concentrazioni di CO2 sono aumentate costantemente con l'avanzamento della civiltà industriale.

>> SEGUE >>


Approfondimenti:

venerdì, marzo 09, 2007

Mark Purdey, morbo della mucca pazza e irrorazioni chimiche

Mark Purdey, scomparso nel novembre 2006, all’età di 53 anni a causa di un tumore al cervello, era un allevatore del Somerset, padre di 6 figli. Fin dal 1988 studiò a fondo le cause della BSE (Encefalopatia Spongiforme Bovina), giungendo a conclusioni che smentiscono le teorie ufficiali. Per questo fu osteggiato dalla medicina ufficiale e dalle agenzie governative in modo pesante: la sua abitazione prese misteriosamente fuoco, gli tagliarono la linea telefonica, un granaio crollò sulla sua biblioteca ed un suo collaboratore decedette in un inspiegabile incidente stradale. Purdey fu un autodidatta che non si schierò con la verità delle istituzioni a rischio della propria vita.

La sua ricerca iniziò con lo studio delle proteine cerebrali (prioni), la cui mutazione genera la BSE. I prioni fungono da protezione per il cervello contro le proprietà ossidanti di alcuni agenti chimici alterati. Quando si presenta una carenza di rame e un eccesso di manganese, quest’ultimo attacca i prioni, facendo decadere le proprietà della proteina. Secondo Purdey, tutto cominciò negli anni ’80 in Gran Bretagna, quando il Ministero dell'Agricoltura (probabilmente in “sinergia” con le multinazionali del settore), impose agli allevatori di trattare i capi di bestiame con il Phosmet, un organofosfato (prodotto derivato dai gas nervini usati dai nazisti durante la seconda guerra mondiale) impiegato in dosi massicce. La tecnica consisteva nel cospargere la spina dorsale degli animali con un unguento che una volta penetrato nella pelle, avrebbe ucciso tutti i parassiti. Purdey rifiutò il trattamento con conseguente persecuzione della sua attività di allevatore e ricercatore. Mark notò che il Phosmet cattura il rame; questa carenza viene sostituita dal manganese, che all’epoca era somministrato ai polli per aumentare la produzione di uova; nel contempo, il mangime delle vacche veniva addizionato con sterco di polli, con conseguente intossicazione da manganese.

In Francia, dove si faceva largo uso di Phosmet, venti casi su ventotto di BSE ebbero inizio in concomitanza con l’uso del pesticida. Altresì, diversi tipi di fungicidi per le coltivazioni, erano a base di organofosfati e manganese; questo spiegherebbe la variante umana del morbo, riscontrata nel Kent, Gran Bretagna, sotto forma di vCJD (variante della malattia di Creutzfeldt-Jakob). Per le industrie dei pesticidi le scoperte di Purdey furono un affronto; il “National Office of Animal Health” (NOAH), una lobby britannica del settore che comprende Monsanto, Bayer, Pfizer, Roche e Novartis, nominò un esperto “indipendente”, tale dottor David Ray, per screditare il lavoro di Purdey. Curiosamente l’opera di tale individuo venne finanziata da Zeneca, una delle prime aziende farmaceutiche del mondo che all’epoca produceva il Phosmet… Una settimana prima (marzo ’96) della parziale ammissione del Regno Unito di una possibile correlazione tra BSE e vCJD, Zeneca vendette il brevetto per la produzione del Phosmet ad una società dell’Arizona.

La ricerca di Purdey non si ferma qui. Un'altra causa scatenante di TSE (Encefalopatia Spongiforme Trasmissibile) è l’irrorazione dell’atmosfera con bario, argento e stronzio, pratica diffusa ufficialmente nelle operazioni di “cloud seeding”, ma che riscontriamo quotidianamente nelle emissioni delle scie chimiche, i cui scopi possiamo solo immaginare.


Queste le parole di Purdey:

Livelli elevati di argento (AG), di bario (Ba) e di stronzio (Sr) e bassi livelli di rame (Cu) sono stati riscontrati nelle corna, nei terreni e nei pascoli dei cervi che crescono nelle zone di maggior concentrazione di Chronic wasting disease (CWD - Malattia del dimagrimento cronico) in America del Nord, rispetto alle zone dove la CWD ed altre encefalopatie spongiformi trasmissibili (TSEs) non sono state segnalate. Si pensa che gli alti livelli di AG, di Ba e di Sr provengano da fonti inquinanti sia geochimiche sia artificiali originate dalla diffusa pratica di irrorazione aerea, per inseminare le nubi con nuclei di cristalli di Bario o Argento per produrre pioggia in queste regioni aride dell'America del Nord, dalle irrorazioni atmosferiche con aerosol a base di Ba per migliorare la rifrazione nelle trasmissioni di segnali radio e radar così come la diffusione di fanghi di Ba residui dei pozzi di gas/petrolio all'interno dei pascoli.

Questi metalli successivamente hanno raggiunto un'alta concentrazione nella catena alimentare e nei mammiferi che dipendono dagli ecosistemi locali carenti di rame. E' stata avanzata una teoria su due prerequisiti di origine ambientale sull'eziologia delle TSE, che è basata su una sostituzione dell'Argento, del Bario, dello Stronzio e del Manganese, che si legano ai domini lasciati liberi da Rame/Zinco sulla proteina prione della cellula (PrP) / molecole proteoglicane di solfato che alterano le capacità del cervello di proteggersi dalle forti scariche di energia luminosa e sonora…
La seconda fase della patogenesi entra in gioco quando la pressione esercitata dalle forti scariche delle onde acustiche a bassa frequenza provenienti dai jet che volano a bassa quota, da esplosioni, da terremoti etc. (una tipica chiave ecologica degli ambienti nei quali si intensificano le TSE) viene assorbita dai disonesti cristalli “piezoelettrici” che debitamente convertono l'energia meccanica di pressione in energia elettrica, la quale si accumula nei complessi PrP-ferritina del cristallo (fibrille) fino a raggiungere un punto “di polarizzazione di saturazione".

Sulla superficie del cristallo si generano campi magnetici, che iniziano le reazioni a catena della deleteria neurodegenerazione spongiforme mediata da radicali liberi nei tessuti circostanti. I cristalli piezoelettrici di AG, Ba, Sr o manganese sono termoresistenti e trasportano un campo magnetico che induce una capacità patogena, si ritiene che queste sostanze inquinanti di cristallo ferroelettrico rappresentino gli agenti trasmissibili e patogeni che innescano la TSE”.


Traduzione di Anna Palombino.


Un' altra conseguenza delle operazioni militari, è l'insorgenza della sclerosi multipla; Purdey sostiene che nelle vicinanze delle località cosparse con Bario (per amplificare segnali radio e radar), rotte di aerei militari e zone di test missilistici, l'incidenza della patologia si moltiplica.

Documento originale

C’è di che preoccuparsi, tutto stà se credere ad un ricercatore indipendente o alla scienza ufficiale, vincolata profondamente dagli interessi delle case farmaceutiche.

Scritto da xdoom - Riadattamento di Straker

Fonti:

http://www.tankerenemy.com/
http://oneskyfriends.splinder.com/
http://www.rfb.it/mucca-pazza/guardian-mucca-pazza-purdey.htm

http://www.geocities.com/oprus2001/purdey.htm

giovedì, marzo 08, 2007

La struttura degli Illuminati (articolo di Capitano Nemo)

Il "varo" del Nuovo Ordine Mondiale, è stato già effettuato molti anni fa e non è in questa sede che cercherò di stabilire l'esatta data (e non pensiate che la sua conoscenza sia un'informazione poco utile, tutt'altro) bensì voglio portare alla vostra conoscenza un ipotesi di organigramma degli Illuminati risalente al gennaio 2006 fatta da " Svali", programmatrice per conto degli Illuminati e a tutt'oggi scomparsa dopo un'intervista scomoda rilasciata ai media (quelli non ufficiali chiaramente) in cui ha raccontato svariate informazioni sulla struttura relative agli anni in cui era ancora fedele alla loro organizzazione. QUESTO è l'organigramma. Alcuni commenti: in primo luogo è da notare come non sia completo (non deve lasciare sorpresi, è raro che membri non elevati abbiano una chiara visione delle cose), tuttavia nella sua incompletezza riporta chiaramente come il vertice della piramide sia la chiesa di Roma (e questo è un punto estremamente importante) e vi siano altre 13 famiglie (numero denso di significato) come già avevo riportato. Interessante anche notare come il ramo più dettagliato (ovviamente quello americano data la provenienza della programmatrice) sia a sua volta suddiviso in molti altri rami in una struttura che ricalca alla perfezione il loro simbolo, al vertice della quale vi è l'illuminato supremo, l'unico ad avere una visione globale delle cose.

Ed ora vi saluto tutti, uomini liberi della terra

Vostro
Capitano Nemo

martedì, marzo 06, 2007

Depopulation

“La cosa peggiore non è la violenza degli uomini malvagi, ma il silenzio degli uomini onesti” (Martin Luther King)

Nonostante l'evidenza, in molti si ostinano ancora pervicacemente a negare sia possibile quanto invece in realtà sta avvenendo ogni giorno nei nostri cieli: centinaia di aerei non identificabili sorvolano in lungo ed in largo il nostro paese (migliaia, se consideriamo le irrorazioni nelle altre nazioni del mondo) e cospargono, per motivi a noi non ben chiari, composti chimici e biologici. Sembra impossibile, poiché è difficile ammettere che, con l'avallo delle autorità, si stia deliberatamente avvelenando l'atmosfera e, di conseguenza, l'aria che respiriamo. Abbiamo la dimostrazione di tutto ciò nell'aumento delle temperature e nella scarsità di piogge che, guarda caso, sono fattori negativi inaspritisi negli ultimi due anni, periodo durante il quale l'operazione "chemtrails" si è intensificata. Eppure è così! I governi sono al corrente e sostengono le attività di aerosol sia logisticamente sia economicamente, visto e considerato che questi velivoli fanno uso di aeroporti civili e militari dislocati sul territorio italiano.

Depopulation? Può essere, ma non è quello che ci interessa, approcciandosi per la prima volta all'argomento scie chimiche. Si pensi solo che dalle analisi svolte in questi anni, anche dal CNR, risultano irrorati metalli e minerali vari come l'alluminio, il titanato di bario, il quarzo, il rame, il manganese, il selenio, il torio radiotattivo ecc. Chi fosse in vena di contraddirci, si commissioni le sue belle analisi certificate e poi ne riparliamo (n.d.r.).

Quindi... dimentichiamo la depolulation, ma consideriamo che quei composti provocano gravi patologie, anche se le intenzioni non fossero di "sfoltire" la popolazione. Forse vogliono limitare l'effetto serra avvelenando la biosfera? Bel modo di risolvere un problema, non c'è che dire!

Detto questo, basta considerare che le sostanze contenute nei carburanti non "edulcorati" dovrebbero provocare rarissime scie di condensazione, oggi più di ieri, visto che le temperature medie della terra sono aumentate. Fate una visitina alla sezione "Reports satellitari" ed osservate. Noterete che le aree coperte non sono sempre le stesse e che alcune risultano completamente libere, come se in quegli spazi ed in quei giorni, non vi volasse un solo aereo. Strano, vero?

Le mappe dei corridoi aerei civili
http://www.sciesardegna.it/tracce/TRACCE997.ASP

http://www.chemtrails.it/forum_chemtrails/viewtopic.php?t=1120

Il materiale a disposizione è enorme. Basta cominciare a studiarsi gli elementi concreti, lasciando stare "il perché lo fanno", anche se è la prima domanda che uno si pone. Non importa sapere perché. Importa capire come sia possibile fermarli.

Si tenga comunque conto che se noi stessimo qui a raccontare barzellette, qualche ente governativo, la magistratura (alla quale in tanti ci siamo rivolti), gli stessi politici e gli scienziati (quelli ufficiali), ci avrebbero fornito risposte argomentate e ci avrebbero fatto fare una figura da imbecilli. Invece... niente. Silenzio e, nel contempo, disinformazione e pubblicità subliminale.

Tra qualche anno nessuno saprà com'era il cielo prima e loro potranno proseguire indisturbati, senza quel rompiballe di Straker (e quelli come me) in mezzo ai marroni.

Forse che... ci abbiamo azzeccato?


Consiglio di scaricare questo validissimo documento esplicativo sulle scie chimiche, realizzato da Ray Milano.

MKUltra: il vero volto dei servizi segreti

Sesso, droga, ipnosi di massa, induzione al suicidio, alla Violenza, alla prostituzione in operazioni segrete condotte in tutto il mondo.

sabato, marzo 03, 2007

Scricchiolii

Il ciclo della vita è un continuo susseguirsi di nascita, vita, morte. Anche questa civilta(?), come altre, è destinata a crollare sotto il suo stesso peso. Non saranno le rivoluzioni a far nascere un'altra civiltà (questa volta... una vera civilta?), ma saranno i governanti ad appiccare la miccia della distruzione totale, come un bambino che distrugge il suo giocattolo per non farlo avere al compagno di banco. In quel frangente il popolo pecora sbigottirà e non avrà nemmeno il tempo di pensare: "Porc... mi ero sbagliato. Avevano ragione!".

Siamo all'epilogo. Manca poco tempo, ormai. Sento già inquietanti scricchiolii.

venerdì, marzo 02, 2007

Riscaldamento globale? Soluzione dagli UFO

«Bisogna convincere i governi a dire quello che sanno. Nelle tecnologie delle civiltà aliene le risposte ai problemi del globo»

OTTAWA- Come combattere il riscaldamento del pianeta e il cambiamento climatico ? Con le tecnologie degli Ufo. E' questa la bizzarra idea di un ex ministro della Difesa del Canada, l'83enne Paul Hellyer. «Bisogna convincere i governi del mondo a dire quello che sanno - ha affermato l'anziano uomo politico in un'intervista rilasciata al quotidiano canadese 'Citizen'-. Molti di noi ritengono che sappiano molto, e molti di noi sono convinti inoltre che quello che sanno potrebbe bastare a salvare il pianeta».

Paul HellyerROSWELL - Hellyer ha chiesto ad Ottawa, Washington e agli altri governi occidentali di rendere pubbliche le tecnologie extraterrestri, ottenute e studiate dagli americani dopo il presunto schianto del 1947 a Roswell, nel Nuovo Messico, di un Ufo. Secondo l'ex ministro della Difesa canadese, in quello che si sarebbe giá appreso sulle tecnologie di altre civiltá dello spazio si cela la risposta a tutte le emergenze climatiche mondiali. Non solo, Hellyer ha spiegato che gli extraterrestri avrebbero le tecnologie per eliminare i combustibili fossibili nel giro di una sola generazione. Hellyer, che fu ministro durante gli anni '60 nel governo allora guidato da Lester Pearson, sembra molto sensibile al tema ufologico: due anni fa aveva stupito tutti affermando, durante un suo intervento ad un convegno, che gli «Ufo sono reali così come lo sono gli aerei».

02 marzo 2007


Fonte: Corriere.it

giovedì, marzo 01, 2007

The living weapon

Sin dagli anni quaranta del XX secolo, gli Stati Uniti eseguirono esperimenti biologici sulle popolazioni. Sovente i militari ricorsero ad aeroplani che, volando a bassa quota, irrorarono vaste aree abitate. Non meno di 200 grandi città, nella seconda metà del XX secolo, sono state bersaglio di sciagurati test chimici e batteriologici. Possiamo dunque stupirci se tali esperimenti, ormai su larga scala e quotidiani, continuano ancora oggi con le famigerate scie chimiche?

La trascrizione:
http://www.pbs.org/wgbh/amex/weapon/program/weapon_08_trans.html

Link al video:
http://www.pbs.org/wgbh/amex/weapon/program/weapon_08.html

Il programma batteriologico statunitense:
http://www.pbs.org/wgbh/amex/weapon/program/index.html

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...